Blog personale dedicato alla NFL, con Reportage sui week appena conclusi. In più Articoli, News e Speciali dall' universo NFL.

Fabio "Bembo" Bertini

mercoledì 3 dicembre 2014

Ai lettori del blog...

Salve a tutti i lettori di NFL Italia Blog. Vi scrivo per informarvi che per le prossime 3 settimane il Blog non verrà aggiornato. La causa è un mio recente intervento alla spalla dx, tendine sottocapolare e omero, che necessitando di un tutore semirigido, non mi consente né di usare mouse né di scrivere.

Mi dispiace, anche perché salterò quasi tutto il decisivo mese di dicembre, ma ci ritroveremo senz’altro per il week 17 e per tutti i playoff.

Un saluto ai lettori, a presto.

Fabio Bertini – NFL Italia Blog

venerdì 28 novembre 2014

NFL 2014 Thanksgiving day games - Risultati e Commenti

Philadelphia 33 at Dallas 10
Il risultato che più mi ha sorpresso delle partite di ieri, è senza dubbio la sconfitta di Dallas in casa propria.
In molti parleranno delle prove di Romo, Sanchez e McCoy. Secondo me però la vittoria è frutto sopratutto delle due differenti prestazioni delle difese, con quella di Philadelphia praticamente perfetta. Più di ogni altra quest'anno ha messo in crisi la ottima linea offensiva dei Cowboys, finendo poi per mandare in confusione Tony Romo. Tutt'altra gara per la defense di Dallas. La quale non ha saputo né contenere il passing game né le corse di McCoy, il quale oltretutto ha disputato la sua miglior prova stagionale.
Inutile girarci intorno in questa stagione i Cowboys mi erano piaciuti molto, ma ieri sono venuti meno nelle zone in cui quest'anno erano migliorati. Ovvero Difesa e linea offensiva. Se per la OL si può capire la giornata difficile, visto che Philadelphia è la seconda squadra NFL per numero di sack messi a segno, non lo si può fare per la difesa che almeno doveva contenere maggiormente il passing game, invece di far diventare un fenomeno Sanchez. Seppur non condivisibili, sono più che comprensibili le grida in sideline di Bryant verso i suoi compagni della difesa.
La questione Romo era inevitabile che si riproponesse in caso di una sua brutta prova a ridosso di dicembre, quindi proviamo ad analizare la sua prova. Ieri il QB ha lanciato molti incompleti a causa della pressione della pass rush di Philadelphia, ma anche perchè non mi è parso in gran giornata. Va detto però, prima che lo si metta in croce, che i due intrecetti lanciati, sarebbero stati 3 di cui uno annullato per penalità contro la difesa, sono arrivati sul punteggio di 30-10. Quindi non sono certo stati i suoi turnovers a far perdere la partita, mentre in passato erano veramente causa di sconfitte.
Philadelphia si confema squadra tosta e capace, senza aver di fronte difese rognose, di giocare alla grande anche senza il QB titolare Foles. Rimane negli occhi sopratutto la prova difensiva degli Eagles.

Seattle 19 at San Francisco 3
Curioso il fatto che sia contro i 49ers che contro i Cardinals il risultato sia stato identico, sempre 19 a 3 per Seattle. Anche se poi non è una coincidenza così strana, ma denota che sia Arizona sia San Francisco pur disponendo di ottime difese non sono ancora a livello dei Seahawks. I quali al 100% del loro potenziale sono in grado di annullare completamente gli attacchi avversari. Il ritorno della Legion Of Boom c'è stato, ma dalla partita contro i Cardinals è il rientro di Wagner ad aver dato il cambio decisivo alla difesa di Seattle, veramente tornata al top.
L'attacco dei Californiani è apparso immobile ed incapace di produrre dei first down con regolarità. Anzi spesso l'unico modo arrivava dalle innumerevoli penalità di Seattle, ben 14 per 105 yards. Gore con le corse è stato pressochè murato dai LB di Seattle e Kaepernick si è andato a suicidare lanciando verso Sherman palloni orribili. Vero è che il povero QB di San Francisco ieri aveva poche altre alternative, visto che qualsisasi soluzione finiva per essere mortificata dalla difense dei Seahawks.
Non a caso, la prima volta che si sono visti i 49ers nella redzone è stato solo alla fine del 3° quarto.
Pete Carroll esce vittorioso dal nuovo stadio di Santa Clara e deve sopratutto ringraziare il suo quarterback Wilson capace di sfuggire dalle difficoltà con scramble e passaggi in corsa semplicemente fantastici. Una scelta in particolare mi è piaciuta dalle chiamate della side line. Ovvero quando in alcuni play si è andati con gli screen pass, visto che la difesa dei 49ers teneva due LB sempre impegnati per le eventuali corse centrali dei runningback o di Wilson. Così facendo i passaggi laterali, per Turbin in particolare, si sono trasformati in ottimi guadagni di terreno.
Anche un pò di fortuna per i Seahawks. Per ben due volte hanno commesso dei fumble, ma sia Wilson sia Lynch sono anche stati bravi a recuperare l'ovale.
Con la vittoria di ieri Seattle torna al successo a San Francisco, dopo ben 5 sfide esterne perse. In una probabile postseason i Seahawks, senza il seed numero 1, si troveranno a dove vincere anche fuori dal loro stadio e rispetto alle passate stagione è necessaria una mentalità vincente anche in trasferta.
Detto questo, il problema ricevitori per Seattle esiste. Nonostante le ultime due vittorie stupende, contro avversari indubbiamente difficili, sono arrivati solo due touchdown ed in un match più tirato potrebbero non bastare.

Chicago 17 at Detroit 34
L'inizio per Chicago ha fatto ben sperare, non solo per i primi due drive culminati con altrettanti touchdown, sopratutto perchè sembrava girare bene l'attacco guidato da Cutler e non soffrire troppo la difesa Lions. Questo almeno fino a metà del secondo quarto, quando è poi uscita finalmente la difesa di Detroit. Vero è che il secondo touchdown nasce dal fumble di Stafford sul sack di Allen. A proposito del quarterback dei Lions, la palla persa ad inizio match è stato il suo unico errore. Infatti Stafford, grazie ad una difesa Bears che non è mai riuscita a mettergli pressione se non con Allen in un paio di circostanze, ha potuto lanciare senza troppe difficoltà. Un QB del suo calibro con ricevitori come Calvin Johnson, ieri in versione Megatron, e Golden Tate va a nozze di fronte ad una difesa tanto permissiva. Va detto che i Lions comunque non hanno perso il vizio di partire col piede sbagliato. Fortuna loro spesso hanno trovato, grazie ai talenti che dispongono a roster, il modo per ribatare il risultato.
Chicago esce sconfitta, ma era da immaginarselo, insomma in una stagione incolore era difficile che andassero a fare risultato a Detroit. Ieri anche a causa della rimonta subita nel secondo quarto, hanno completamente abbandonato il running game. Infatti Forte ha chiuso con 6 yards nelle sole 5 portate dell'intero match.
Detroit si è dimostrata grande in questo thanksgiving day, ma non ha fatto certo altrettanto quando di fronte si è trovata una difesa in palla come quella dei New England Patriots pochi giorni fa.

mercoledì 26 novembre 2014

NFL Week 13 - Season 2014 - Thanksgiving Day. Power Ranking & Orari Partite in TV

Power Ranking Top Ten - NFL ITALIA BLOG

1 - New England Patriots 9-2   (/)
Semplicemente i migliori in questo momento, attacco che gira e difesa che vola ne fanno la squadra attualmente imbattibile, domenica però il test più ostico contro i Packers a Green Bay. Dopo Broncos, Colts adesso saranno capaci di far fuori anche la squadra di Rodgers?

2 - Dallas Cowboys 8-3   (+ 2)
Romo straordinario, running game con Murray è una garanzia di yards e tanta concretezza, ne fanno uno dei migliori team della stagione. Se non perdono il ritmo quest'anno i playoff sono assicurati.

3 - Denver Broncos 8-3 (- 1)
In evidente calo, anche se domenica Peyton è tornato a disputare una partita immacolata con 4 td e nessun intercetto. La difesa però non sembra al meglio sopratutto subisce molti punti e obbliga Manning al recupero.
Domenica a Kansas è necessaria una vittoria convincente.

4 - Green Bay Packers 8-3 (+ 1)
Insieme ai Patriots sono quelli che nell'ultimo periodo stanno dimostrando una ottima condizione. Qualche incertezza domenica li ha fatti un pò impaurire nel finale contro i Vikings. Adesso attendono New England per il grande colpo, in casa l'obbiettivo è vincere per il seed numero 1 della conference.

5 - Arizona Cardinals 9-2 (- 3)
Un peccato, me lo attendevo un calo dei Cardinals dopo l'infortunio di Palmer. La difesa fa ancora il suo straordinario lavoro eccezionale e non a caso è la seconda per punti concessi. Nei match difficili però non basta solo contenere gli avversari, serve anche mettere punti nel tabellone e oltre al QB rotto, non dispongono nemmeno di un runningback in grado di sopperire a tali mancanza, Ellington non è un Lynch tanto per fare un paragone. Un finale di stagione che li vedrà sudare non poco.

6 - Philadelphia Eagles 8-3 (/)
Gli Eagles si tengono in corsa e nonostante sia emersa la differenza tra Sanchez e Foles, per adesso LeSean McCoy e Sproles tengono a galla l'attacco di Chip Kelly. Nelle prossime sfide dovranno vedersela due volte contro Dallas con in mezzo una partita per niente facile contro i Seahawks.

7 - Seattle Seahawks 7-4 (+ 2)
La Legion of Boom è tornata, in tanti hanno titolato la notizia, ma Sherman e compagni non possono cambiare molto per l'attacco che rimane il problema principale da inizio stagione. Drive, che senza Lynch in versione Beast, finiscono per portare solo dei field goal. La questione ricevitori e spogliatoio doveva essere gestita meglio adesso la sfida contro i 49ers sarà forse lo spartiacque della stagione. Se consola anche i Californiani soffrono dello stesso problema in attacco, però li se Kaepernick è in giornata ha a disposizione gente come Boldin e Crabtree  

8 - Indianapolis Colts 7-4 (+ 2)
I Colts di sempre, ai pressi delle migliori franchigie della NFL, senza però mai farne parte, perchè finiscono per fallire i grandi appuntamenti. Adesso con una division praticamente già vinta e un finale di stagione con sfide abbordabili, eccezion fatta per il week 16 contro Dallas, possono concentrarsi sul vincere quanto più possibile per arrivare con un ottimo record a fine stagione. Anche se un buon seed e l'ipotetico vantaggio di giocare in casa quasi certamente non li basterà per fare starda anche ai playoff.

9 - Cincinnati Bengals 7-3-1 (+ 4)
Dei Bengals rigenerati continuano la folle corsa per il primo posto nella division più equilibrata dell'intera lega. Quattro squadre con sette vittorie con Cincinnati, che per adesso beneficia del pareggio contro Carolina, per tenersi appena sopra gli altri. La svolta arriverebbe se Dalton tornasse ai suoi livelli.

10 - Baltimore Ravens 7-4 (+ 5)
Bel partitone vinto dai Ravens al Dome di New Orleans, non me lo aspettavo e hanno anche disputato un ottima partita con running game decisivo con Forsett. La difesa è stata super, ma è da rivalutare contro altre franchigie, visto che ormai battere i Saints sta diventando la normalità.


11-15
Le cinque franchigie alla finestra sono: San Francisco 49ers 7-4; Detroit Lions 7-4; Kansas City Chiefs 7-4;  Miami Dolphins 7-4; Cleveland Browns 7-4.



- LA CORSA PER I PLAYOFF, se la stagione finisse oggi...

- AFC:

AFC Divisional Round:
1° New England Patriots (9-2) AFC East
2° Denver Broncos (8-3) AFC West

AFC Wild Card Round:

3° Cincinnati Bengals (7-3-1) AFC North
Indianapolis Colts (7-4) AFC South
5° Kansas City Chiefs (7-4) AFC West
6° San Diego Chargers (7-4) AFC West

In Lotta: Ravens (7-4); Steelers (7-4); Browns (7-4); Dolphins (6-5).


- NFC:

NFC Divisional Round:
1° Arizona Cardinals (9-2) NFC West
2° Green Bay Packers (8-3) NFC North

NFC Wild Card Round:
3° Philadelphia Eagles (8-3) NFC East
4° Atlanta Falcons (4-7) NFC South
Dallas Cowboys (8-3) NFC East
6° Seattle Seahawks (7-4) NFC West

In Lotta: Lions (7-4); 49ers (7-4); Bears (5-6); Saints (4-7).


*Leggenda:


  • [*] Clinched Homefield Advantage in Playoffs
  • [y] Clinched Division Title
  • [z] Clinched First-Round Bye
  • [x] Clinched Playoff Berth


La NFL in TV by NFL ITALIA BLOG

Il week più bello della stagione, quello del Thanksgiving Day, ci regala come sempre un giovedì ricco di sfide interessanti. Ovviamente sono presenti come da tradizione i Dallas Cowboys e i Detroit Lions, in più si giocherà con le bellissime Throwback uniforms, ovvero le maglie di determinati periodi del passato, come la classica con due grandi stelle sulle spalle dei Cowboys anni '90.
Peccato, ma era da aspettarselo Fox e Sky non manderanno tutti e tre gli incontri del Thanksgiving, ma solo due, comunque i migliori. Quindi niente impegni e senza tacchini per noi italici, da seguire la sfida tra i Cowboys e gli Eagles alle 22. La notte sarà delle difese, con il match tra i seahawks e i 49ers, ormai negli ultimi anni un classico dal grande tasso tencnico.
Domenica per le 19 niente football sulle nostre tv, ma per chi dispone di game pass o altre soluzioni, in assenza di big match interessanti, proverei a scegliere tra Browns contro i Bills oppure i Raiders contro Rams. Per le 22 e 30 indiscutibilmente va seguita la sfida spaziale tra i Patriots di Tom Brady e i Packers di Rodgers al Labeau Field.
Sunday nigth con i Broncos in cerca di conferme nel difficile campo dei Chiefs. Per lunedì Miami non deve farsi fermare nello scontro divisionale dai rivali dei Jets e continuare la loro corsa alla postseason.


THU,NOV 27 - TIME (ET) - TV - LOCATION

Chicago at Detroit - 12:30 PM – CBS - Ford Field
Philadelphia at Dallas - 4:30 PM – FOX - AT&T Stadium
Seattle at San Francisco - 8:30 PM – NBC - Levi's Stadium
 
SUN, NOV 30- TIME (ET) - TV - LOCATION

Washington at Indianapolis - 1:00 PM – FOX - Lucas Oil Stadium
Tennessee at Houston - 1:00 PM – CBS - NRG Stadium
Cleveland at Buffalo - 1:00 PM – CBS - Ralph Wilson Stadium
San Diego at Baltimore - 1:00 PM – CBS - M&T Bank Stadium
NY Giants at Jacksonville - 1:00 PM – FOX - EverBank Field
Cincinnati at Tampa Bay - 1:00 PM - CBS - Raymond James Stadium
Oakland at St. Louis - 1:00 PM – CBS - Edward Jones Dome
New Orleans at Pittsburgh - 1:00 PM - FOX - Heinz Field
Carolina at Minnesota - 1:00 PM – FOX - TCF Bank Stadium

Arizona at Atlanta - 4:05 PM - FOX - Georgia Dome
New England at Green Bay - 4:25 PM – CBS - Lambeau Field

Denver at Kansas City - 8:30 PM - NBC - Arrowhead Stadium

MON, DEC 1 - TIME (ET) - TV - LOCATION

Miami at NY Jets - 8:30 PM – ESPN - MetLife Stadium



_________________________________________________

---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________



 - PROGRAMMAZIONE SU FOX SPORT 2 - Canale 213 di SKY. (commento in lingua originale)
(Orari Italiani)

Dirette:

Giovedì Notte 27 Novembre:- Ore 22:30 - Philadelphia at Dallas

Giovedì Notte 27 Novembre:- Ore 02:30 - Seattle at San Francisco

Domenica Notte 30 Novembre:- Ore 22:30 - New England at Green Bay

Domenica Notte 30 Novembre:- Ore 02:30 - Denver at Kansas City

Lunedì Notte 1 Dicembre:- Ore 02:30 - Miami at NY Jets


Repliche e Differite:

Venerdì 28 Novembre:- Ore 15:30 - Philadelphia at Dallas
Venerdì 28 Novembre:- Ore 22:45 - Seattle at San Francisco

Lunedì 1 Dicembre:- Ore 06:00 - New Orleans at Pittsburgh
Lunedì 1 Dicembre:- Ore 08:30 - New England at Green Bay
Lunedì 1 Dicembre:- Ore 16:30 - New England at Green Bay
Lunedì 1 Dicembre:- Ore 19:00 - Arizona at Atlanta

Martedì 2 Dicembre:- Ore 08:30 - Miami at NY Jets
Martedì 2 Dicembre:- Ore 16:30 - Miami at NY Jets

Mercoledì 3 Dicembre:- Ore 08:30 - New Orleans at Pittsburgh


 - PROGRAMMAZIONE SU SKY SPORT 3 - Canale 203 di SKY. 
(Orari Italiani)

Dirette:

Domenica 30 Novembre:- Ore 19:00 - New Orleans at Pittsburgh 

lunedì 24 novembre 2014

NFL 2014 Week 12 - Risultati e Commenti

- Dallas 31 at NY Giants 28
Straordinaria prova dei Cowboys, capaci di battere in rimonta i migliori Giants della stagione. Romo quest'anno sembra non conoscere battute d'arresto. Anche ieri prova perfetta per il quarterback di Dallas con 4 TD lanciati e nessun intercetto. Il merito di tali prestazioni però lo deve condividere senza dubbio con la linea offensiva, che se all'inizio ha fatto passare qualche difensore di troppo, nell'ultimo drive quello della vittoria, gli ha concesso 6/7 secondi per decidere verso quale ricevitore lanciare. Murray anche ieri ha corso più di 100 yards, segnando così la decima partita sopra tale soglia. Dez Bryant decisivo con i 2 TD ricevuti, ma i big play più entusiasmanti per i texani sono arrivati dalle ricezioni di Beasley.
Per New York come detto la loro prestazione migliore dell'anno, sopratutto nella prima parte di gara, con il ricevitore Beckham in versione One Hand. Meravigliose le sue ricezioni, sopratutto quella del secondo touchdown ad una mano. Per il resto che dire, sfida che ha mantenuto le attese e onorato la rivalità tra le due franchigie. Potevano vincere entrambe, alla fine l'ha spuntata Dallas, ma se i Giants avessero giocato così durante l'anno sicuramente sarebbero sempre in corsa per la division, invece si trovano a fine novembre con la testa già alla prossima stagione.

- Cleveland 26 at Atlanta 24
Per i Falcons i field goal all'ultimo secondo in questa stagione stanno diventando un incubo. Infatti dopo la sconfitta contro i Lions, anche contro i Browns vedono sfumare la vittoria all'ultimo istante mentre l'ovale attarversa i pali.
Sconfitte pesanti sopratutto perché in una NFC South al ribasso, si primaggia anche con un record negativo.
Per i Browns dopo il passo falso contro i Texans in casa, provano a rimettersi in corsa per la postseason con questa vittoria inaspettata. Hanno disputato un ottima prova nonostante i 3 intercetti lanciati dal QB Hoyer, comunque capace di guidare il drive decisivo nel finale conclusosi con il calcio da 3 punti. Note positive come sempre dalla coppia di runningback Crowell e West e anche dei ricevitori, con la prova eccezionale di Josh Gordon, seppur senza touchdow.

- Detroit 9 at New England 34
I Patriots ormai non conoscono ostacoli o difficoltà. Ieri almeno sulla carta si poteva prevedere qualche problema per la linea offensiva contro la pass rush di Detroit, invece il front che protegge Brady è stato esemplare, tanto da non concedere nemmeno un sack a Suh e compagni. Anzi la difesa più brillante è stata proprio quella di New England che ha fatto vivere una giornata difficilissima a Stafford, che si è spesso ritrovato sotto pressione e con i ricevitori ottimamente coperti dalle secondarie dei Patriots.
Per i Lions non è andata meglio con le corse, ancora orfani di Bush, le portate erano affidate a Joique Bell che però non è andato oltre le 50 yards totali. Anche sotto il punto di vista del running game è Belichick a ridere, con il fresco free agents Blount preso solo un paio di giorni fa e autore già di 2 touchdown e 78 yards portate. LeGarrette Blount, entrato dalla porta secondaria in NFL per la famosa storia del pugno in una partita di college football quando giocava ad Oregon, e quindi snobbato al draft, continua con la sua fama di giocatore difficile. Dopo aver iniziato la stagione ai Patriots, essere andato agli Steelers, lo vediamo ritornare a New England per un finale di stagione che potrebbe essere importante e magari affermare le sue ottime doti tecniche e togliersi qualche critica gratuita di dosso.
Per concludere, attualmente i Patriots sono diventati una macchina perfetta nella quale possono ruotare gli interpreti, a parte Brady, che il risultato non cambia. Belichick Style!

- Kansas City 20 at Oakland 24
Finalmente è arrivata la prima vittoria stagionale per Oakland, anche se dalla festa sugli spalti e in campo sembrava che i Raiders avessero raggiunto i playoff, ma il bello del football è anche questo, in più ieri contro i Chiefs era un match come sempre sentitissimo.
Caso mai dopo la partita di giovedì forse qualche rammarico c'è per Oakland, infatti in campo non si aveva l'impressione di una squadra con un record di 0-10, anzi ho osservato una gran bella difesa con blitz ben eseguiti dai linebacker in particolare Khalil Mack rookie OLB #52 uno dei migliori in campo.
Finalmente si è visto un buon gioco di corse dei californiani, con 178 yards corse dai tre runningback, anche se ben 90 arrivano dal big play, concluso in touchdown, di Latavius Murray.
Nella seconda parte dell'incontro Kansas ha provato a scuotersi, seppur migliorando in difesa non è riuscita a vincere pur riuscendo a portarsi in vantaggio a 9 minuti dal termine del 4° quarto.
Nel complesso i Chiefs non hanno giocato male, è che sono mancati totalmente nel primo tempo dove hanno conquistato solo 6 primi down, nei primi 6 drive.

- Cincinnati 22 at Houston 13
Successo importante per i Bengals che sembrano aver ritrovato lo spirito di inizio anno. Attualmente guidano la division, ma sopratutto sembrano aver ritrovato una buona difesa. Per l'attacco Dalton invece è ancora lontano dalle sue stagioni migliori, pur disponendo di ricevitori come AJ Green e Sanu.
I Texans avevano già salutato ogni speranza di una stagione positiva con l'infortunio di Foster, l'unico capace di far girare l'attacco, in modo da premiare quanto di buono la difesa riusciva ad ottenere. Il QB Mallett chiamato a sostituire un deludente Fitzpatrick non sta portando i miglioramenti sperati, anzi sta facendo forse peggio del suo precedessore. Dispiace che una franchigia come Houston che possiede talenti straordinari come J.J. Watt, Foster e Andre Johnson non sia guidata da un QB di prim'ordine.

- Arizona 3 at Seattle 19
La sfida per la NFC West e delle grandi difese, vede la vittoria dei Seahawks che ci ripropongono la legion of boom tirata a lucido. A mancare da entrambe le parti sono stati gli attacchi. Seattle per ben 4 volte si è dovuta affidare ai field goal prima di trovare il TD della sicurezza, ma sopratutto in 3 casi una volta giunti
nella redzone diventano incapaci di arrivare in endzone. Sicuramente ieri parte del problema derivava anche dalla difese di Arizona, come sempre perfetta, ma l'assenza di ricevitori di qualità e di una buona protezione delle OL fanno si che le difficoltà si ingigantiscano, ancor di più se come ieri Lynch non era al meglio della forma. A mio avviso se i Cardinals di ieri avessero avuto Carson Palmer potevano anche vincere, perchè una delle maggiori cause della sconfitta sono state le ottime posizioni di partenza concesse ai drive dei Seahawks.
Stanton non ha saputo dare al suo attacco una continuità, con una serie di three and out o poco più che hanno impedito qualsiasi recupero nel punteggio.
Purtroppo prevedo un finale di stagione difficile per i Cardinals, riusciranno probabilmente a centrare la postseason comunque grazie all' attuale record di 9-2, ma non credo in un lungo gennaio per loro.
Per i Seahawks l'operazione rimonta è iniziata, ma come i 49ers in questo momento riescono a vincere solo se riescono a tenere gli avversari sotto i 15/20 punti, ieri anche meno. Penso sia urgente al prossimo draft rafforzare la linea offensiva e pescare il jolly tra i ricevitori, oppure andare con una trade per qualche top WR. Tutto questo senza far partire Lynch, visto che Turbin non è certo in grado di rimpiazzare le yards di beast mode.

- Miami 36 at Denver 39
Che paura per i Broncos, hanno sfiorato la terza sconfitta nelle ultime quattro partite. Miami è stata eccezionale per gran parte del match, conducendolo fin quasi alla fine il risultato. Manning seppur in appanno è stato straordinario come sempre nei drive veloci, anche se ieri la pressione della difesa Dolphins ha spesso reso impossibile sviluppare traccie profonde.
L'head coach di Denver dopo le ultime sconfitte ha cercato di ristabilire un equilibrio nel game plan, con un incremento delle corse, per facilitare il compito di Manning non più protetto a dovere come in passato dai suoi uomini di linea. Il cambio tattico è stato ottimo ieri, visto che il runningback C.J. Anderson è stato capace di portare palla per 167 yards, anche se agevolato da una difesa particolarmente concentrata a non farsi aprire sul profondo dai lanci di Peyton.
Denver rimane ancora come un paziente in convalescenza, che sta cercando di riprendersi, ma la vittoria è comunque arrivata e la sconfitta di Kansas li pone abbastanza al sicuro per il primo posto nella division, anche se sono ben lontani dalla squadra perfetta di inizio anno. 
Miami ottima con la difesa, purtroppo però non è stata in grado di arginare il ritorno perentorio degli avversari nell'ultimo quarto. Infatti i Broncos negli ultimi 15 minuti sono andati in touchdown ben 3 volte. Bella prova di Tannehill, anche se l'intercetto finale ha chiuso le speranze per i Dolphins.

- Washington 13 at San Francisco 17
Una brutta partita, quella vinta dai 49ers ieri, che come sette giorni fa è sopratutto frutto dello scarso attacco avversario. Kaepernick autore di una buona prova, come il lancio per il TD di Boldin e altri passaggi lunghi. Nota positiva per i californiani il rientro di Aldon Smith dopo la squalifica, ieri autore di due sack.
Per i Redskins sarebbe ora di prendere una decisione su Griffin, visto che ormai i suoi problemi fisici lo stanno limitando troppo e purtroppo per lui prevedo che la carriera sia già alla fine. Anche ieri si è dovuto prendere un sacco di botte, perchè le sue caviglie non gli permettono più di muoversi con agilità nella tasca, era la sua qualità migliore rovinato nel famoso incontro di playoff del 2012 contro i Seahawks. Ormai non c'è più molto da fare se non voltare pagina e costruire la franchigia su una altro QB. Dispiace perchè RGIII era un talento indiscutibile, purtroppo rovinato dall'infortunio.


- Tennessee 24 at Philadelphia 43
- Green Bay 24 at Minnesota 21
- Jacksonville 3 at Indianapolis 23  
- Tampa Bay 13 at Chicago 21
- St. Louis 24 at San Diego 27
- NY Jets 3 at Buffalo 38
- Baltimore 34 at New Orleans 27
Le altre in Breve...
Vittoria inaspettatamente sofferta per i Packers a Minnesota. Ritorno al successo per gli Eagles, ma Sanchez ancora non convince e sicuramente non riuscira nel proseguo della stagione a non far rimpiangere Foles.
Colts vincono ovviamente contro i Jaguars anche se Luck non ha brillato e autore di due fumble che sicuramente avranno fatto arrabbiare tifosi e compagni. Successo per Chicago contro i Buccaneers, anche se l'inizio è stato più difficile del previsto con Cutler a regalare fumble agli avversari. Vittoria dei Chargers contro gli ostici Rams, che tiene aperte le speranze di San Diego per i playoff. Grandissima vittoria nel Monday Nigth per i Ravens che con il successo a New Olreans ritorna alla grande in corsa per il primo posto in division. Nel match di Buffalo, spostato al lunedì per la bufera di neve, i Jets subiscono un altra orribile sconfitta e non cambia niente se a lanciare ci sia Geno Smith o Vick. Altra strepitosa prova della pass rush dei Bills guidati come sempre da Mario Williams.


- BYE WEEK -

Pittsburgh, Carolina.


_________________________________________________

---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________

giovedì 20 novembre 2014

NFL Week 12 - Season 2014 - Power Ranking & Orari Partite in TV

Power Ranking Top Ten - NFL ITALIA BLOG

1 - New England Patriots 8-2   (/)
Patriots inarrestabili, capaci di sconfiggere senza appello tutte le migliori squadre della AFC, domenica è stata la volta dei Colts. Per New England le note positive arrivano anche da quelle negative, perchè vincere ad Indianapolis nonostante una brutta prova del QB Brady fa capire il livello attuale della squadra. Forte, organizatta e sopratutto convinta in se stessa.

2 - Arizona Cardinals 9-1   (+ 1)
Il record stagionale migliore della NFL e la difesa sensazionale ne fanno una delle franchigie più forti in questa stagione. E' evidente però che attualmente il QB Stanton, che sostituisce l'infortunato Palmer, è il tallone d'achille della squadra.

3 - Denver Broncos 7-3 (- 1)
Sono sicuramente in crisi, è inutile girarci intorno. Due sconfitte nelle ultime tre partite per Denver è una anomalia che nelle ultime stagioni con Manning non si era verificata. Sembrano un team diverso dopo la sconfitta contro i Patriots. Il fatto è che con Manning in questi anni si è passati ad un gioco prettamente aereo, che in nove casi su dieci fa vincere, però se si ferma Peyton ecco che non sono capaci di far molto con le corse. Domenica ad esempio hanno conquistato un solo first down con il gioco di terra. In più anche la difesa non appare più imperforabile come qualche stagione fa. Insomma una squadra che non sa vincere senza il suo quarterback al top della forma.

4 - Dallas Cowboys 7-3 (+ 1)
I Cowboys si apprestano ad affrontare l'ultima fase di stagione, negli ultimi anni è sempre stato il loro periodo nero, dove molte volte hanno perso il biglietto per i playoff. Quest'anno però credo che sarà diverso, la squadra mi convince sia in attacco che in difesa e dispone di una forte linea offensiva. Tony Romo come ogni anno sentirà le pressioni su di se e quell'attesa del grande salto che tutti i fans dei Cowboys ormai si aspettano da anni. Le maggiori critiche, al QB di Dallas, sono sempre state sulla sua tenuta a livello mentale nei match importanti nelle fasi finali della stagione. Adesso dopo anni di delusioni mi aspetto il grande salto, aiutato anche da un team eccezionale, deve portare la franchigia alla postseason. Il turno di riposo nel week 11 si spera lo abbia aiutato a curare al meglio l'infortunio alla schiena. Quest'anno io sui Cowboys ci scommetto.

5 - Green Bay Packers 7-3 (+ 3)
I Packers sono certamente il team più in forma della stagione ed insieme ai Patriots gli attuali candidati più accreditati a giocarsi il Super Bowl. Adesso però siamo ancora a Novembre ed è sempre presto per sbilanciarsi così tanto. Sicuramente stannno vivendo una ottimo periodo di forma. La vittoria di domenica contro gli Eagles è stata veramente importante perchè ha proposto dei Packers quasi perfetti in ogni parte, dalla OL alla difesa e le buone corse di Lacy. Il tutto ovviamente con Aaron Rodgers in forma da MVP. Ora secondo me per i playoff sarà di assoluta importanza la conquista del seed numero 2. Perchè anche se il numero uno andasse ai Cardinals, non credo che abbiano l'esperienza per arrivare ad un ipotetico championship. Giocare a gennaio al Lambeau mette i brividi...

6 - Philadelphia Eagles 7-3 (- 2)
La delusione della settimana, non mi aspettavo una vittoria a Green Bay, ma sicuramente pensavo ad una partita maggiormente combatuta. Gli Eagles sono una squadra forte equilibrata e ben gestita da Chip Kelly, adesso mi aspetto che si riprendano alla svelta.

7 - Detroit Lions 7-3 (- 1)
Anche se escono sconfitti dai Cardinals, non ne escono molto ridimensionati. La loro difesa rimane al top della NFL. Purtroppo in attacco sembra che Calvin Johnson non abbia ancora risolto i problemi fisici, mentre notizie più incoraggianti arrivano per Bush. Domenica a New England sarà un altra sfida durissima per Detroit, se non riusciranno a recuperare gli infortunati sarà difficile competere contro Brady e compagni.

8 - Kansas City Chiefs 7-3 (+ 3)
Come l'anno passato i Chiefs emergono alla lunga, sono la classica grande squadra rognosa e compatta. Senza dubbio la costanza dei loro risultati la si deve a Andy Reid Head Coach, di spessore che dopo grandi anni a Philadelphia, seppur senza mai vincere il super bowl, sta facendo bennissimo anche a Kansas. Jamal Charles come runningback e una difesa niente male sopratutto contro i passaggi ne fanno attualmente un team da non sottovalutare.

9 - Seattle Seahawks 6-4  (/)
Seahawks ancora nel limbo dell'ncertezza. Adesso però la stagione prenderà sicuramente una strada ben precisa nel bene o nel male con le prossime partite. Arizona e San Francisco da affrontare due volte più la trasferta a Phialadelphia in mezzo.

10 - Indianapolis Colts 6-4 (- 3)
Colts che francamente mi hanno un pò stancato, sempre pronti a far punti e a demolire le piccole per poi perdere in malo modo contro le grandi squadre. Ci vuole un pò di carattere per andare oltre ai soliti divisional playoff.

11-15
Le cinque franchigie alla finestra sono: San Francisco 49ers 6-4; Pittsburgh Steelers 6-4; Cincinnato Bengals 6-3-1; Miami Dolphins 6-4; Cleveland Browns 6-4.


La NFL in TV by NFL ITALIA BLOG

Ultimamente mi prende la disperazione andare a cercare il palinsesto per la NFL. E' un continuo spostare di canale in canale, non esiste un minimo di base fissa. Domenica scorsa erano presenti 3 partite in diretta su fox sport 2 finalmente, visto che il baseball era finito e la NBA è più spesso su sky sport. Questa domenica invece alle 19 e alle 22 abbiamo il calcio americano a prendere il posto della NFL!!! Cioè come fa un possibile appassionato a seguire con costanza questo sport, che non ha un orario standard durante la stagione. E' uno schifo. Inutile poi a gennaio fare anche la pubblicità e sfoggiare di trasmettere i playoff di football quando durante la stagione la NFL è stata usata per tappare i buchi nel palinsesto.
Detto questo, il mio ennesimo sfogo ormai avrete fatto l'abitudine, veniamo al calendario per il week numero 12. Intanto ricordo che è l'ultimo in cui sono presenti i turni di riposo, infatti con il Bye di Pittsburgh e Carolina tutte le franchigie avranno le stesse partite giocate.
Domenica i match di maggior interesse sono senza dubbio Detroit at New England alle 19:00 (trasmessa su Sky sport 3). Per le 22:00 la sfida più entusiasmente è lo scontro divisione tra i Cardinals e i Seahawks. Il Sunday Night, tra Cowboys e Giants, si spera veda New York almeno in grado di rendere difficile la trasferta alla squadra di Romo.
Il Monday Night chiude il week con la sfida tra Baltimore e Saints. New Orleans si affiderà al Dome per riportarsi al primo posto nella deludente NFC South.


THU, NOV 20 - TIME (ET) - TV - LOCATION

Kansas City at Oakland - 8:25 PM - NFL - O.co Coliseum
 
SUN, NOV 23- TIME (ET) - TV - LOCATION

Cleveland at Atlanta - 1:00 PM - CBS - Georgia Dome
Tennessee at Philadelphia - 1:00 PM - CBS - Lincoln Financial Field
Detroit at New England - 1:00 PM - FOX - Gillette Stadium
Green Bay at Minnesota - 1:00 PM - FOX - TCF Bank Stadium
Jacksonville at Indianapolis - 1:00 PM - CBS - Lucas Oil Stadium
Cincinnati at Houston - 1:00 PM - CBS - NRG Stadium
NY Jets at Buffalo - 1:00 PM - CBS - Ralph Wilson Stadium
Tampa Bay at Chicago - 1:00 PM - FOX - Soldier Field

Arizona at Seattle - 4:05 PM - FOX - CenturyLink Field
St. Louis at San Diego - 4:05 PM - FOX - Qualcomm Stadium
Miami at Denver - 4:25 PM - CBS - Sports Authority Field at Mile High
Washington at San Francisco - 4:25 PM - CBS - Levi's Stadium

Dallas at NY Giants - 8:30 PM - NBC - MetLife Stadium

MON, NOV 24 - TIME (ET) - TV - LOCATION

Baltimore at New Orleans - 8:30 PM ESPN - Mercedes-Benz Superdome


- BYE WEEK -

Pittsburgh, Carolina.


_________________________________________________

---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________



 - PROGRAMMAZIONE SU FOX SPORT 2 - Canale 213 di SKY. (commento in lingua originale)
(Orari Italiani)

Dirette:

Giovedì Notte 20 Novembre:- Ore 02:30 - Kansas City at Oakland

Domenica Notte 23 Novembre:- Ore 02:30 - Dallas at NY Giants

Lunedì Notte 24 Novembre:- Ore 02:30 - Baltimore at New Orleans


Repliche e Differite:

Venerdì 21 Novembre:- Ore 15:30 - Kansas City at Oakland

Lunedì 24 Novembre:- Ore 06:00 - da comunicare
Lunedì 24 Novembre:- Ore 08:30 - da comunicare
Lunedì 24 Novembre:- Ore 15:30 - Green Bay at Minnesota
Lunedì 24 Novembre:- Ore 18:00 - Miami at Denver
Lunedì 24 Novembre:- Ore 23:30 - Dallas at NY Giants

Martedì 25 Novembre:- Ore 08:30 - da comunicare
Martedì 25 Novembre:- Ore 15:30 - da comunucare
Martedì 25 Novembre:- Ore 21:00 - Baltimore at New Orleans

Mercoledì 26 Novembre:- Ore 08:30 - Dallas at NY Giants
Mercoledì 26 Novembre:- Ore 15:30 - Baltimore at New Orleans
Mercoledì 26 Novembre:- Ore 23:00 - Green Bay at Minnesota


 - PROGRAMMAZIONE SU SKY SPORT 3 - Canale 203 di SKY. 
(Orari Italiani)

Dirette:

Domenica 23 Novembre:- Ore 19:00 - Detroit at New England 

lunedì 17 novembre 2014

NFL 2014 Week 11 - Risultati e Commenti

- Pittsburgh 27 at Tennessee 24
Vittoria in rimonta degli Steelers, che dopo un buon primo quarto si addormentano e concedono ai Titans di allungare fin sul 13 - 24. Il quarterback rookie di Tennessee, Mettenberger, disputa una onesta partita con due touchdown lanciati e un intercetto. Non male per essere alla sua terza gara da titolare, anche se nell'ultimo periodo con incompleti in sequenza i three and out, hanno inchiodato l'attacco dei Titans.
Gli Steelers sopratutto grazie alle corse di Bell, ieri 204 yards macinate, sono riusciti a ribaltare la sfida nell'ultimo quarto, per una vittoria importante che li riporta al comando della AFC North, con il record di 7-4. Difesa dei Titans decisamente insufficiente nel fermare il running game avversario, meglio in pass rush con 5 sack e tanta pressione su Big Ben.

  - Buffalo 9 at Miami 22 
Sfida cha a messo a confronto due ottime difese. Da una parte la pass rush pazzesca dei Bills capitanata da Mario Williams autore di 4 sack. Dall'altra la difesa di Miami, che nonostante i fumble dell'attacco, ha limitato sempre i drive di Buffalo quando questi si avvicinavano alla endzone.
In pratica la differenza è stata fatta dall'attacco di Miami capace, a differenza di quello dei Bills di mettere a segno touchdown e concretizare quindi l'ottimo lavoro della propria difesa.
Miami si porta sul 6-4 e inizia a sperare in un posto ai playoff, ma con i Patriots al comando l'unico modo è arrivare alla fine con un ottimo record per un posto di wild card. Vincere la division sembra quasi impossibile con i Patriots di adesso, ben lontani da quelli battuti dai Dolphins alla prima giornata.

- Houston 23 at Cleveland 7
JJ Watt capace di fare il bello e il cattivo tempo. Sack, fumble forzato e ricoperto, ma sopratutto il touchdown su ricezione, mentre era schierato da TE. Le uniche pecche sono state le due penalità per Roughing the Kicker, visto che non solo gioca benissimo in difesa e adesso in casi particolari in attacco, ma anche nello special team cercando di bloccare i punt.
Houston non è solo JJ Watt. Dispongono di un ottimo roster, che però quest'anno è stato troppo spesso incapace di prestazioni costanti. Il record di 5-5 ne è la conferma. Ieri da segnalare la ottima prova del runningback Alfred Blue, 154 yards corse, rookie che sostituisce l'infortunato Foster.
Cleveland, pur essendo in casa subisce una sconfitta che interrompe il loro ottimo periodo. Hanno comunque mostrato buone cose, come la difesa contro il gioco aereo, ma non si può dire lo stesso contro le corse. Altro errore, ben più decisivo, è stato secondo me l'elevato numero di giochi di passaggi affidati a Hoyer, un team come i Browns capace di correre ottimamente deve sempre mantenere la calma e anche se in svantaggio continuare con il suo gioco. Crowell e West andavano fatti correre di più.
Tutto può essere recuperato, ma in una division complicata come la AFC North questa sconfitta in casa forse alla fine peserà molto.

- Seattle 20 at Kansas City 24
Era una partita ostica per i Seahawks e così è stata. I Chiefs trascinati da un mostruoso Jamal Charles, sono riusciti a vincere una partita bella e difficile contro dei Seahawks di nuovo in spolvero almeno in attacco.
Seattle se sembra aver riportato un pò di equilibrio in fase offensiva, ieri non si è dimostrata all'altezza la difesa, che ha concesso veramente troppo al runningback di Kansas. Una partita storta la si può concedere anche alla difesa dei Seahawks, però quest'anno con i Cardinals che in division volano e un inizio incerto i bonus sono finiti.

- Denver 7 at St. Louis 22
I Broncos non sono più gli stessi da quando hanno perso contro New England, lo si era detto, ma oggi ne abbiamo la conferma dopo la sconfitta contro St. Louis. Seppur i Rams stiano dimostrando di essere un ottimo team, capace di vittorie inaspettate, è la difficoltà di Manning a soprendere. I 6 intercetti lanciati da Peyton nelle ultime 3 partite sono indice che qualcosa non funziona più bene come prima, sicuramente soffre le difese aggressive che riescono a scavalcare la OL dei Broncos, quasi sempre insuperabile.
Una certa soddisfazione però nella sconfitta di Denver l'ho avuta, perchè è fastidioso vedere franchigie che vogliono giocare un 4° e 5 ad inizio partita, non ha senso, è in genere un azzardo, nonchè una mancanza di rispetto nei confronti degli avversari. Ieri spero gli sia servita da lezione, visto che nel primo quarto ad una conversione di 4° down fallita ha fatto seguito il TD dei Rams.
Per i Broncos, l'anno che fino a tre settimane fa sembrava stupendo, si sta ridimensionando. Non perderanno i playoff, ma certamente devono riprendersi al più presto se vogliono fare bene a gennaio, perchè così non andrebbero molto lontani. Non farebbe male nemmeno recuperare Hillman e un pò di running game, perchè non si può lanciare il 95% dei giochi anche se si ha Manning come QB.


- San Francisco 16 at NY Giants 10
Difficile valutare positivamente la vittoria dei 49ers, visto che l'attacco continua a non funzionare. 16 punti quando gli avversari ti regalano 5 intercetti è veramente inconcepibile. San Francisco quando arriva vicina alla endzone non riesce più a chiudere i drive con dei touchdown e si deve accontentare di calciare da 3.
Può andar bene con una partita strana come quella di ieri, ma contro altre franchigie non si può pensare di vincere non riuscendo a muovere la palla con l'attacco.

- Philadelphia 20 at Green Bay 53
Nella gelida Green Bay, i Packers centrano un successo importantissimo che li porta sul 7-3 come i Lions nella NFC North. Gli Eagles sono apparsi l'ombra di quelli visti in questa stagione. Non sono mai riusciti a mettere pressione su Rodgers che anche grazie a tale libertà è stato chirurgico nel dispensare passaggi che hanno aperto la difesa di Philadelphia con le ricezioni di Cobb e Nelson.
Già nel primo quarto con il ritorno di punt fino alla endzone di Hyde, è stato chiaro che non ci sarebbe stata quella partita tirata che alla vigilia ci si poteva attendere.
Nonostante la sconfitta, non mi sento di colpevolizzare troppo Mark Sanchez, pur non essendo un suo grande fans ieri era difficile fare meglio.

- Detroit 6 at Arizona 14
Cardinals fenomenali battono senza troppe difficoltà i Lions, con l'ennesima ottima prova della difesa. Arizona dopo sei minuti aveva già messo a segno 2 touchdown, sull'asse Stanton-Floyd. Peccato che nel resto della partita la prova di Stanton sia andata in calando, facendo riemergere i miei dubbi su quanto siano scese le quotazioni dei Cardinals dopo l'infortunio di Palmer. Ieri alla fine la pur forte linea difensiva di Detroit non è mai riuscita a mettere un sack ai danni di Stanton, la partita non necessitava di lanci forzati, eppure Stanton ha lanciato comunque 2 intercetti, che potevano riaprire la gara.
Dispiace perchè quest'anno Arizona ha grandi qualità e Stanton forse è adesso l'anello debole.
Lions ieri non hanno fatto veramente niente di buono, incapaci pure di provare un recupero finale, che negli ultimi match gli era sempre riuscito.

- New England 42 at Indianapolis 20
Come previsto i Colts si fermano nelle partite importanti, questo era e rimane il loro limite. Nonostante un inizio difficile per Brady, che lancia 2 intercetti, i Patriots vincono dominando una partita che poteva essere ben più complicata. Si sono trovati di fronte una difesa imbarazzante come quella di Indianapolis, che ha permesso al runningback Gray di correre ben 199 yards e segnare 4 touchdown.
Luck non ha disputato uno dei suoi migliori match, si è salvato solo grazie alle ricezioni favolose del TE Fleener. I ricevitori, ben coperti dai cornerback di New England, Revis e Browner, sono stati al di sotto delle attese, sopratutto TY Hilton.
New England che con questo successo si porta sull' 8-2. Stanno costruendo sempre più una stagione favolosa, seppur iniziata non nel migliore dei modi, sicuramente adesso sono la franchigia da battere nella NFL.


- Minnesota 13 at Chicago 21
- Atlanta 19 at Carolina 17
- Cincinnati 27 at New Orleans 10
- Tampa Bay 27 at Washington 7
- Oakland 6 at San Diego 13

Le altre in breve...
Tornano al successo i Bears, ma ormai la stagione è andata. Per i Falcons una vittoria importantissima quella conquistata a Carolina, visto che nella division peggiore della NFL basterà forse un record di poco negativo per aggiudicarsi il primo posto. Infatti con la sconfitta dei Saints ad opera di Cincinnati, adesso sia Atlanta che New Orleans guidano con un imbarazzante 4-6 la NFC South. Tampa Bay coglie il secondo successo di stagione e a farne le spese sono i Redskins. Vittoria soffertissima dei Chargers, ormai l'ombra della franchigia di inizio anno. 


- BYE WEEK -

Dallas, NY Jets, Jacksonville, Baltimore.


_________________________________________________

---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________

giovedì 13 novembre 2014

NFL Week 11 - Season 2014 - Power Ranking & Orari Partite in TV

Power Ranking Top Ten - NFL ITALIA BLOG

1 - New England Patriots 7-2   (/)
I Patriots mantengono il primo posto dopo la settimana di riposo. Sicuramente nel week 11 con la sfida a Indianapolis la loro posizione potrebbe cambiare, oppure mantenere più salda la prima posizione. Vedremo.

2 - Denver Broncos 6-2   (/)
I Broncos, con la vittoria facile ad Oakland riprendono il loro cammino. Manning comunque non appare più la macchina perfetta della prima metà di stagione. Tornato umano.

3 - Arizona Cardinals 8-1 (/)
Avevo pronto il sorpasso in classifica per i Cardinals, ma l'infortunio di Palmer pone dei dubbi sul futuro di Arizona. Rimangono un team fortissimo, anche perchè il fulcro centrale è la loro difesa, però in attacco Palmer dava garanzie che Stanton deve ancora dimostrare.
In più il povero quarterback di riserva si troverà ad affrontare i Lions, una delle difese più aggressive della lega, un test durissimo.

4 - Philadelphia Eagles 7-2  (/)
Veramente una franchigia contro cui bisognerà fare i conti quest'anno. Anche senza Foles hanno dimostrato di poter mettere in condizioni perfette Sanchez. Se nemmeno la tegola del QB ha scalfito la squadra di Chip Kelly significa che tutto funziona alla perfezione. Per Sanchez si attende una conferma a Green Bay, è un quarterback che troppo spesso ha fallito e di cui ancora non mi fido.

5 - Dallas Cowboys 7-3 (+ 3)
Il ritorno di Romo ha rigenerato tutto il team e lo si è visto in particolare con Dez Bryant, tornato a volare in ricezione, domenica scorsa a Londra. Adesso il week di Bye potrà permettere a Tony Romo di continuare con più tanquillità le cure per il problema alla schiena. Dallas seppur elogiata per Murray, Romo o Bryant nasconde la sua forza e il suo ottimo passo in questa stagione, nella linea offensiva. Proprio gli uomini di linea saranno chiamati a migliorarsi ancora per difendere il loro QB da altri pericolosi sack.

6 - Detroit Lions 7-2 (/)
I Lions stanno costruendo un record straordinario, grazie a vittorie strappate all'ultimo secondo. Domenica è arrivato il terzo successo in rimonta. Senza questi fortunati finali si troverebbero 4-5 record totalmente differente da quello attuale. Il problema per gli avversari è che per le loro qualità si meritano la posizione che occupano e sarà proprio un problema quando si decideranno di giocare per tutti i 60 minuti e non solo gli ultimi 15. La sfida di domenica contro i Cardinal però non credo che potrà bastare un recupero finale, quindi è arrivato il tempo per fare sul serio fin da subito.

7 - Indianapolis Colts 6-3  (- 2)
Colts che nonostante il turno di riposo perdono due posti a causa dei successi di Cowboys e Lions. Franchigia che spesso tengo più bassa di altri power ranking, perchè ancora aspetto un successo in sfide importanti. Se guardiamo infatti le loro 3 sconfitte sono arrivate sempre con avversari più forti, Denver, Philadelphia o Pittsburgh nel momento magico, segno che ancora manca quello step in più per diventare una franchigia da Super Bowl.

8 - Green Bay Packers 6-3  (+ 1)
Packers tornati al successo nel classico contro i Bears, dove hanno letteralmente strapazzato Chicago. Si trovano in un ottimo periodo con 4 successi nelle ultime 5 sfide. Domenica il match contro Phialadelphia ci dirà di più sulle possibilità di Green Bay di fare una stagione lunga, ovvero che li porti più avanti a gennaio rispetto agli anni passati, quando si sono fermati sempre contro i 49ers. Due anni fa al divisional e lo scorso anno subito al wild card round.

9 - Seattle Seahawks 6-3 ↑ (+ 1)
I Campioni in carica di Seattle, sono in ripresa, anche se ben lontani dalle prestazioni del 2013. Il cambio del game plan da parte di Pete Carroll sembra aver portato giovamento, sopratutto sul piano dei punti segnati. Adesso devono dare il massimo per tirare su il record stagionale, ancora peggiore rispetto ad Arizona. Sappiamo quanto il fattore casa sia importante per i Seahawks, quindi adesso ogni partita deve essere vinta per arrivare con un seed ottimo ai playoff. Una volta conquistata la postseason, potrebbero tornare a far paura visto che il potenziale tecnico rimane, nonostante un'annata un po' così.

10 - Cleveland Browns 6-3 (+ 1)
Cleveland in una top ten, fa una certa impressione, ma la franchigia dell' Ohio, sta disputando una stagione molto positiva. Mancano dai playoff dal 2002 e adesso sarebbe il momento per tornare a giocare a gennaio.
I risultati a questo punto dell'anno non arrivano più per caso e quindi va elogiato il lavoro svolto dall' Head Coach Mike Pettine. E' il suo primo incarico come capo allenatore, ma ha lavorato molti anni come allenatore di ruolo a Baltimore e per alcuni anni è stato il cordinatore della difesa dei Jets.
Cleveland sta sfoggiando un gioco semplice e molto vecchio stile che si basa principalmente sulle corse e su pochi passaggi senza troppi rischi. Un trio di runningback composto da West, Crowell e Tate che sta dando ottimi risultati. Il quarterback Hoyer è stato secondo me stupendo, visto che ad inizio anno ha dovuto reggere le pressioni di stampa e tv che volevano al suo posto Johnny Manziel. Vincitore dell'Heisman nel 2012, ma anche e sopratutto un montato e arrogante ragazzo del texas.
I Browns sono al primo posto della AFC North, una delle più equilibrate division e non sarà facile mantenere il comando, però se giocheranno le restanti partite come contro Cincinnati ce la possono fare. 

11-15
Le cinque franchigie alla finestra sono: Kansas City Chiefs 6-3, Pittsburgh Steelers 6-4, San Francisco 49ers 5-4, Baltimore Ravens 6-4 e Miami Dolphins 5-4.


La NFL in TV by NFL ITALIA BLOG

Week numero undici, ci stiamo addentrando sempre più nella fase calda della stagione, e il calendario ci offre come sempre sfide interessanti. Giovedì notte la sfida tra Buffalo e Miami, risente della sconfitta di entrambe nella scorsa settimana, vedremo chi riuscirà a tenere vive ancora le speranze di postseason.
Domenica alle 19 le sfide più interessanti saranno San Francisco at NY Giants e Seattle at Kansas che sarà trasmessa da fox. Anche se chi come me dispone di Game Pass, mi sento di consigliare invece Houston at Cleveland, dove i Browns saranno chiamati a proseguire la loro ottima stagione contro i Texans, che dovrebbero scendere in campo con il QB Ryan Mallett al posto di Fitzpatrick.
Per le 22 e 30 servirebbero le TV a schermi divisi, per seguire sia Eagles contro Packers che Detroit - Arizona. Io propendo per la seconda, ma fox farà vedere la sfida di Green Bay. Comunque lunedì alle 18:00 andrà in differita la sfida dei Cardinals.
Il big match del sunday night tra i Patriots Vs Cotls ripropone un grande classico degli anni '00, ma al posto di Manning il giovane e talentuoso Luck ci proverà contro sua maestà Brady. I Colts questa stagione hanno sempre fallito nelle grandi sfide, lasciando così qualche dubbio su di loro in ottica playoff, vedremo se il fattore campo li aiuterà.
Lunedì notte, la sfida non sarà delle più avvincenti con gli Steelers in cerca di una vera identità, dopo le ultime altalenanti prove. Capaci di vittorie fenomenali e di sconfitte inattese.


THU,NOV 13 - TIME (ET) - TV - LOCATION

Buffalo at Miami - 8:25 PM - NFL - Sun Life Stadium
 
SUN, NOV 16- TIME (ET) - TV - LOCATION

Minnesota at Chicago - 1:00 PM - CBS - Soldier Field
Houston at Cleveland - 1:00 PM - CBS - FirstEnergy Stadium
Seattle at Kansas City - 1:00 PM - FOXArrowhead Stadium
Atlanta at Carolina - 1:00 PM - FOX - Bank of America Stadium
Cincinnati at New Orleans - 1:00 PM - CBS - Mercedes-Benz Superdome
Tampa Bay at Washington - 1:00 PM - FOX - FedEx Field
Denver at St. Louis - 1:00 PM - CBS - Edward Jones Dome
San Francisco at NY Giants - 1:00 PM - FOX - MetLife Stadium

Oakland at San Diego - 4:05 PM - CBS - Qualcomm Stadium
Philadelphia at Green Bay - 4:25 PM - FOX - Lambeau Field
Detroit at Arizona - 4:25 PM - FOX - U of Phoenix Stadium

New England at Indianapolis - 8:30 PM - NBC - Lucas Oil Stadium

MON, NOV 17 - TIME (ET) - TV - LOCATION

Pittsburgh at Tennessee - 8:30 PM - ESPN - LP Field


- BYE WEEK -

Dallas, NY Jets, Jacksonville, Baltimore.


_________________________________________________

---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________



 - PROGRAMMAZIONE SU FOX SPORT 2 - Canale 213 di SKY. (commento in lingua originale)
(Orari Italiani)

Dirette:

Giovedì Notte 13 Novembre:- Ore 02:30 - Buffalo at Miami

Domenica 16 Novembre:- Ore 19:00 - Seattle at Kansas City

Domenica 16 Novembre:- Ore 22:30 - Philadelphia at Green Bay

Domenica Notte 16 Novembre:- Ore 02:30 - New England at Indianapolis

Lunedì Notte 17 Novembre:- Ore 02:30 - Pittsburgh at Tennessee


Repliche e Differite:

Venerdì 13 Novembre:- Ore 15:30 - Buffalo at Miami

Lunedì 17 Novembre:- Ore 06:00 - Seattle at Kansas City
Lunedì 17 Novembre:- Ore 08:30 - Philadelphia at Green Bay
Lunedì 17 Novembre:- Ore 15:30 - Denver at St. Louis
Lunedì 17 Novembre:- Ore 18:00 - Detroit at Arizona
Lunedì 17 Novembre:- Ore 23:30 - New England at Indianapolis

Martedì 18 Novembre:- Ore 15:30 - Pittsburgh at Tennessee

Mercoledì 19 Novembre:- Ore 08:30 - Pittsburgh at Tennessee
Mercoledì 19 Novembre:- Ore 15:30 - New England at Indianapolis
Mercoledì 19 Novembre:- Ore 23:30 - Pittsburgh at Tennessee

lunedì 10 novembre 2014

NFL 2014 Week 10 - Risultati e Commenti

- Cleveland 24 at Cincinnati 3
La stagione dei Browns inizia a farsi veramente ottima, perchè oltre ad un record di 6-3 che non si vedeva dal lontano 1994, è il modo in cui è maturata la vittoria contro i Bengals a far ben sperare.
Le chiavi di questa positiva stagione di Cleveland sono senza dubbio una delle migliori linee offensive della lega. Questo non solo sta permettendo a Hoyer di lanciare con una buona protezione, ma soprattutto permette al gioco di corse di usufruire di blocchi perfetti sia inside tackle che outside con l’aiuto del fullback Kiero Small e dei TE. I trio di Runningback con Terrance West, Isaiah Crowell e Ben Tate sta confermando Cleveland come una delle migliori della lega, ancora non come yard corse a partita (13°), ma come TD segnati e primi down conquistati correndo.  Il running game della franchigia dell’ohio è molto old style, con una selezione dei giochi spostata sulle corse, cosa ormai rara in NFL. I tifosi si possono augurare un futuro ancor migliore visto che West e Crowell sono due rookie.
Ancora prove positive da Brian Hoyer, con il quale i Browns hanno trovato un quarteback, su cui fare affidamento, pur non avendo numeri eccezionali per TD pass, ha un rating di 90 e soli 4 intercetti. E’ in questo momento il QB giusto per un team capace di correre tanto e bene.  Anche la difesa sta beneficiando di un gioco offensivo che consuma molto tempo, per cui i QB avversari sono costretti a restare più tempo sulla sideline che sul campo.
Il successo di giovedì interrompe una striscia negativa dei Browns, che li vedeva sempre sconfitti nelle gare divisionali in trasferta da 17 partite. Oltretutto il successo è arrivato fermando la serie positiva di Cincinnati, che in casa non perdeva da ben 14 incontri.
Per gli amanti dei giochi di corse, non posso far altro che consigliare di seguire Cleveland da qui a fine stagione, e magari chissà anche nella postseason se riuscissero a guadagnarsi un posto. Sarebbe un miracolo visto che mancano dai playoff dalla stagione 2002. Una squadra così storica si merita di tornare in alto.
I Bengals visti giovedì si allontanano dalla corsa per la division ben più di quanto non dica la classifica. Un team in grande crisi, soprattutto con il loro QB. Dalton è apparso in grosse difficoltà contro i Browns e incapace di lanciare con precisione. Al di là dei 3 intercetti, che sono comunque tanti, a far preocuppare è la bassa percentuale di completi, nonostante disponga di ottimi ricevitori come AJ Green e Samu, ma anche di un buon TE come Gresham. Le prossime tre partite le giocheranno fuori contro New Orleans, Houston e Tampa Bay, se giocheranno in questo modo sarà difficile anche battere i Buccaneers.

- Dallas 31 at Jacksonville 17
Nella terza ed ultima partita della stagione giocata a londra, ritornano al successo i Cowboys. Il rientro di Romo si è visto con un gioco di pass di nuovo convincente e spettacolare. In particolare oltre al braccio di Tony sono state le ricezioni di Dez Bryant ad infiammare lo stadio di Wembley e i tifosi europei.
Certamente Romo è stato facilitato nel rientro, visto che affrontava una delle peggiori franchigie della lega. Anche il running game è ritornato al top, Murray con 100 yards corse ieri, si attesta a 1233 in stagione suo massimo in carriera e al numero uno nella lega quest'anno.
L'ottima linea offensiva di Dallas ha ben protetto la fragile schiena di Romo, consentendo agli avversari un solo sack. Sarà importante limitare al massimo i colpi verso il loro quarteback, visto che le fratture rimangono e le difese avversarie sanno benissimo l'importanza di un placcaggio ben assestato. Non si tratta di voler far male, ma certamente sono consci del fatto che senza Romo i Cowboys perdono molto del loro potenziale offensivo.
I Jaguars erano alla seconda partita a Wembley dopo lo scorso anno, dove furono sconfitti dai 49ers. Per scelta della NFL e della franchigia anche nei prossimi 2 anni faranno la trasferta europea, tutto questo in ottica di aumentare i fans oltre i confini della florida. Con questi risultati però ben pochi appassionati potranno diventare loro fans.

- San Francisco 27 at New Orleans 24 (OT)
Tornano al successo i 49ers e lo fanno in uno degli stadi più difficili in cui andare a vincere. La partita sembrava sorridere fin da subito ai californiani, grazie ad un buon running game guidato da Gore, finalmente in forma e dagli errori insoliti di Drew Brees. Il ritorno dei Saints nel secondo tempo c'è stato grazie alle mani ed al fisico di Jimmy Graham e alle corse di Mark Ingram, finendo per portare New Orleans in vantaggio a pochi minuti dalla fine. Questa volta Kaepernick è stato favoloso quando al quarto tentativo dalle proprie 15 yards ha sparato una bomba ricevuta sulle 30 avversarie da Crabtree. A quel punto il field goal ha portato gli over time. Grazie ad un fumble di Brees, forzato dall'intervento del linebacker Ahmad Brooks, è scaturito il calcio da 3 punti del definitivo successo.
Partita che lascia i soliti problemi difensivi dei Saints, sopratutto sulle secondarie e un Brees non al meglio.
San Francisco esce con un importante vittoria, ma Kaepernick avrebbe bisogno di una linea d'attacco che lo proteggesse maggiormente. In più i ricevitori, seppur decisivi ieri, sono sempre autori di drop clamorosi e sarebbe il momento di ritrovare i migliori Boldin e Crabtree per il finale di stagione. Con un 5-4 ci vorrà un vero cambio di rotta per acciuffare i playoff, in una division incerta e combattuta come la NFC West.

- Pittsburgh 13 at NY Jets 20
Alla vigilia mi attendevo un altra prova da record di Big Ben, visto il recente stato di forma degli Steelers e l'avversario da affrontare. Invece tutt'altra partita si è disputata, con Vick a lanciare 2 TD pass, spettacolare sopratutto la bomba sulla prima segnatuta. Così New York si è trovata con 17 dei 20 punti finali messi a segno nel primo quarto. Va registrato il record di Michael Vick, che diventa il primo QB della storia ad aver corso più di 6000 yards in carriera. Certo è che il Vick di inizio carriera, sembrava poter ribaltare il modo di giocare anche nel football professionistico, poi così non è stato. Un pò per la squalifica di 3 anni per aver finanziato e organizato diversi combattimenti tra cani, e un po' perchè forse nessun QB riuscirà a trasportare nel football professionistico il modo di giocare dei college. Comunque nella sua ultima stagione con gli Atlanta Falcons riusci a superare le mille yards corse, diventando il primo e per ora unico QB nella storia. Il ritorno al football nel 2009 ci ha consegnato un Vick molto più quarteback che runningback, anche per via dell'età. 
Non è stata solo una vittoria di Vick quella di ieri, anzi sopratutto è maturata grazie ai turnovers creati dalla difesa sia con i fumble che con gli intercetti.
Il recordman delle ultime settimane, Ben Roethlisberger, ha chiuso con un solo TD all'attivo e 2 intercetti.

- St. Louis 14 at Arizona 31
La notizia più importante dallo scontro divisionale tra Cardinals e Rams è senza dubbio l'infortunio di Carson Palmer. Il quarterback, che solo pochi giorni fa aveva firmato un rinnovo per 3 stagioni a 50 milioni di dollari, è uscito nell'ultimo quarto per la lacerazione del legamento anteriore crociato del ginocchio sinistro. Quello che in america viene chiamato ACL. E' quindi quasi certo un intervento chirurgico immediato e un conseguente stop che gli impedirebbe di rientrare in questa stagione. Da notare che è lo stesso ginocchio che si era infortunato nel 2006 durante l'incontro di playoff con gli Steelers.
Con un record di 8-1, che pongono i Cardinals al primo posto nella lega, è certamente importante capire se questa assenza provocherà un calo delle prestazioni di Arizona per le prossime e decisive partite.
Possiamo dire che quanto accaduto dopo l' infortunio, è molto incoraggiante. Infatti dopo l'uscita dal campo di Palmer, i Cardinals hanno subito segnato con il quarteraback di riserva Drew Stanton, titolare quest'anno nelle prime partite e la grande difesa di Arizona ha realizzato 14 punti grazie ad un intercetto ed un fumble entrambi ritornati in endzone.
Quindi cosa attendersi dal futuro per i Cardinals? Senza dubbio erano e restando una squadra che ha fatto della difesa la chiave dei suoi successi, per questo motivo se Stanton non inizierà a forzare passaggi troppo rischiosi, il primo posto in division potrebbe rimanere loro. Certamente, con Carson Palmer in campo, li vedevo maggiormente favoriti una volta approdati alla postseason.

- NY Giants 17 at Seattle 38
Seahawks in versione Beast Mode ritornano a convincere. Il terzo successo di fila, fa intravedere ottimi miglioramenti, anche se è palese la loro difficoltà nel costruire un gioco aereo valido. Non sono i 2 intercetti di Wilson a preoccupare, ma sopratutto il gioco di Seattle che sembra aver abbandonato il passing game nei loro schemi. La scelta di Carroll è stata semplice, se non si dispone di ottimi ricevitori né di una linea capace di proteggere il quarterback, tanto vale correre quasi esclusivamente. La conferma arriva dal nuovo record di franchigia per yards corse in un match, infatti ieri sono state macinate complessivamente 350 yards,
140 sono arrivate da Marshawn Lynch, autore anche di 4 touchdown.
La scelta di correre per la gran parte dei giochi, è evedenziata sopratutto dalle 14 sgroppate di Wilson che hanno prodotto 107 yards e 1 TD, togliendo la macchia dei due intercetti sulla prova del QB di Seattle.
Sicuramente i coach che nelle difficoltà provano e trovano nuovi sistemi di gioco per vincere, sono sintomo di intelligenza, ma non è detto che nei prossimi scontri si troveranno davanti difese così calpestabili come quella dei Giants di ieri. Per arrivare alla cifra di 350, vanno inserite anche le 103 yards arrivate da Christine Michael e Robert Turbin. Eccezion fatta per l'intercetto di Earl Thomas, errore del ricevitore più che di Manning, la difesa dei Seahawks stenta ancora a trovare i big play delle passate stagioni.
Per i Giants visto le numerose corse qualche forced fumble è arrivato, ma solo quello su Turbin è stato poi ricoperto. L'attacco ancora privo di un vero runningback, si affida ad una batteria di ricevitori molto giovane e di buone speranze, ancora un po' troppo acerba, ma con un record di 3-6 si può già lavorare in ottica 2015.

- Chicago 14 at Green Bay 55
Peccato, è la parola con cui ho spento la TV. Una sfida di grande fascino e tradizione, che dopo poco più di un quarto, aveva decretato il vincitore per manifesta superiorità dei Packers. Si potrebbe solo obbiettare se sono stati i meriti di Green Bay o i demeriti di Chicago a togliere ogni incertezza alla sfida.
Penso che molti tifosi dei Bears abbiano spento TV, tablet o PC quando Lacy con una ricezione, che contro altre difese avrebbe portato ad un guadagno di 8/10 yards, è andato a realizare un TD, tagliando palla in mano, tutto il campo con i difensori dei Bears a fare da spettatori, oltretutto non paganti.
Con le dovute premesse del caso, le buone notizie per i Packers non solo arrivano dal braccio di Rodgers, ma anche dalle corse di Lacy che piano piano sta cercando di tornare ai livelli dello scorso anno. La difesa di Green Bay guidata dal leader Clay Matthews, 9 tackles per lui, ha ulteriormente infierito sui poveri Bears, con ben 4 sack, due intercetti e un fumble recuperato.


- Miami 16 at Detroit 20
- Denver 41 at Oakland 17
- Kansas City 17 at Buffalo 13
- Tennessee 7 at Baltimore 21
- Atlanta 27 at Tampa Bay 17
- Carolina 21 at Philadelphia 45

Le altre in breve...
I Broncos di Manning tornano al successo dopo la sconfitta contro i Patriots di sette giorni fa. Peyton però almeno nel primo tempo sembrava essere rimasto al Gilette stadium, infatti ha lanciato 2 intercetti e 12 incompleti nei primi due quarti di gioco. Poi si è ripreso con i 5 TD pass, con la preziosa collaborazione della difesa di Oakland.
Ennesima vittoria in extremis per Detroit che supera negli ultimi secondi i Dolphins. I Lions in una stagione comunque fortunata si trovano su un eccezionale 7-2, che permette loro di sognare. Solo 4 volte nella loro storia hanno avuto una partenza simile, l'ultima nel 1993 quando finirono con un 10-6.
I Chiefs con le corse di Charles e Alex Smth ribaltano il risultato nell'ultimo quarto, portandosi su un positivo 6-3. I Ravens trascinati dalle corse di  Forsett tonano al successo dopo le ultime sconfitte. Grazie al duo di ricevitori Jones-White anche i Falcons colgono la vittoria contro i modesti Buccaneers.
Il Monday night ci conferma gli Eagles come una delle più forti franchigie quest'anno. La difesa ha letteralmente asfaltato il povero Newton con ben 9 sack, ma anche linebacker e secondarie non sono stati da meno nei tackle ed intercetti. Tanto forte Phialadelphia da far giocare a Sanchez una delle migliori partite della sua modesta carriera. Con una squadra così forte anche il cambio Foles-Sanchez non ha minimamente intaccato le loro chance in questa stagione. Domenica a Green Bay ci sarà la prova definitiva.


- BYE WEEK -

Indianapolis, Minnesota, New England, San Diego, Washington, Houston.


_________________________________________________

---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________