NFL Italia Blog

Ti piace la NFL? Vuoi conoscere le ultime novità e leggere le analisi della partite, ma l'inglese non è il tuo forte?
NFL Italia Blog fa per te!

Spazio dedicato alla NFL, con Reportage sui week appena conclusi. In più Articoli, News e Speciali dall' universo NFL.

Il Football Americano finalmente in Italiano.
Fabio "Bembo" Bertini

lunedì 3 febbraio 2014

Super Bowl XLVIII - Dominio Seahawks!!!

Seattle Seahawks 43 Vs Denver Broncos 8

Il Super Bowl XLVIII che doveva essere equilibrato e bellissimo, si trasforma dopo pochi secondi in un trionfale e incontrastato dominio dei Seahawks che annientano i Broncos sia in attacco che in difesa.

Il Riassunto:
Pete Carroll con il Vince Lombardi Trophy
L'inizio ha già dell'incredibile con il primo snap che viene sparato in area dal centro Ramirez e l'incolpevole Peyton può solo guardare la palla passargli sopra e finire verso la propria endzone, dove un pronto Moreno va a raccogliere anche se è inevitabile la safety. Quindi dopo pochi istanti di gioco già 2 punti per Seattle e nel drive seguente mettono a segno il field goal che li porta sul +5.
Ci si aspetta che Manning inizi finalmente a giocare il Super Bowl, ma appare subito chiaro che oggi la difesa dei Seahawks è se possibile ancora meglio del solito. Placcaggi fulminei e aggressività in pass rush spaventosa fanno tornare a sedere l'attacco di Denver costretto al punt.
Sembra che però i Seahawks seppur con un ottimo inizio non riescano a indirizzare verso Seattle la sfida, visto che con già 2 possessi in ottime posizioni non vanno oltre ai calci da 3 punti. Quindi grande partenza ma ancora appena sul 8-0.
In molti fiduciosi in Denver si aspettano il cambio di passo ed invece arriva il primo intercetto di giornata per Peyton e questa volta c'è la firma di uno della Legion Of Boom ovvero Kam Chancellor la Strong Saferty.
Con il secondo turnovers e l'aver chiuso il primo quarto ancora senza un primo down conquistato dai Broncos, anche i fans più ottimisti iniziano a vacillare sulle possibilità dei loro idoli.
Kam Chancellor pronto all'intercetto
Nel drive conseguente l'intercetto sembra che anche l'attacco guidato da Wilson inizi a girare bene e si arriva fino ad una yard dalla endzone anche grazie al regalo di Tony Carter CB, che commette una evidente pass interference ai danni di Golden Tate in area. La posizione dopo la penalità sembra ottima per Marshawn Lynch, infatti pur respinto al primo tentativo, nel play seguente sfonda le linee nemiche ed entra dentro per il primo Touchdown della partita. E' 15-0.
La difesa dei Seahawks rientra in campo, ma la loro aggressività è spaventosa come un branco di famelici animali che si accaniscono contro la preda sanguinante. Infatti il secondo intercetto di Manning arriva grazie alla spaventosa pressione che la linea difensiva mette sulla OL, una volta perfetta, di Denver. Ed ecco che il Linebacker Malcom Smith cattura la palla e se ne va indisturbato verso la goal line. Adesso la disfatta inizia a prendere proporzioni incredibili.
Ci sarà il tempo per un ultimo drive nel primo tempo dei Broncos, ma si concluderà con un turnover on down su un 4°e 2.
Malcom Smith MVP che ritorna in endzone l'ovale
Anche se l'intervallo in questi casi serve veramente a poco, la speranza si limita a vedere una partita almeno più equilibrata.
Non è dello stesso avviso Seattle quando sul kick off il rientrante Percy Harvin si lancia in una corsa verso la gloria, per un ritorno in TD da ben 87 yards. Facendomi ricordare la somiglianza con il ritorno di un anno fa di Jacoby Jones che ad inizio 3° quarto porto con il suo TD i Ravens sul 28-6. E visto che in quel caso la gara si riapri, o meglio si spensero le luci per poi riaccendersi con la rimonta dei 49ers, forse l'ultima speranza di una gara divertente non è ancora seppellita, forse morta, ma ancora non sotto terra.
Niente ogni volta i Broncos trovano il modo per distruggere una stagione favolosa, questa volta è il fumble di Demaryius Thomas unico fino a quel momento a meritarsi la sufficienza dei suoi. Il merito del Forced Fumble è del CB Byron Maxwell, che con un ottimo colpo fa perdere la palla al ricevitore e come un avvoltoio ancora una volta è Malcom Smith a ricoprire l'ovale.
Se all'appello mancava il QB dei Seahawks ecco che Russell nonostante il vantaggio non si fa rinucciatario e inanella una serie di ottimi passaggi che lo portano al suo primo TD Pass grazie alla ricezione di Kearse.
Adesso il tabellone segna 36-0.
Russell Wilson in una delle sue corse personali
La stagione dei record di Manning sta per coglierne un altro, molto più triste ovvero essere il primo team che resta a secco di punti in un Super Bowl. Per fortuna la difesa di Seattle si concede una piccola pausa che permette finalmente a Peyton di centrare il suo primo drive vincente della sfida concluso con la ricezione di Demaryius Thomas.
Ovviamente seppur utopistica la rimonta, i Broncos provano l'onside kick, ma ne esce un facile pallone che viene prontamente ricevuto dal TE Miller.
Il finale della partita ci regala una ultima serie di ottimi passaggi di un sontuoso Russell Wilson che lo portano al suo secondo TD questa volta grazie alla ricezione finale di Baldwin.
E' la fine su uno dei Super Bowl più belli nelle attese della vigilia, finito per trasformarsi in un dominio assoluto della squadra più forte della NFL e probabilmente con una difesa che tra qualche anno con commenti più distaccati e non condizionati dal momento verrà ricordata e messa a fianco di Bears del '85 oppure dei Ravens del 2000.

L'analisi:
Richard Sherman anima della Legion Of Boom
Un match a senso unico, come mai mi era accaduto di vedere in un Super Bowl, con tutte le premesse della vigilia mantenute e anzi implementate solo dai Seahawks che hanno dominato in ogni zona del campo. La difesa che sapevamo essere forte è stata veramente mostruosa, con una velocità, grinta e cattiveria sportiva da far paura, sopratutto perchè è rimasta a quei livelli fino alla fine. Non a caso i doppi placcaggi hanno perfino infortunato un paio dei propri giocatori come è accaduto nel finale quando Earl Thomas ha infortunato Sherman. A proposito del CB di Seattle, che dopo il championship vinto è stato su tutti i media sportivi e non, mettiamo subito in chiare che seppur non ha intercettato nessuna palla è stato comunque fenomenale, perchè ha costretto uno come Manning a non lanciare verso le sue zone. In una sola occasione è stato veramente messo alla prova sul profondo da Peyton ed è stato pazzesco, avanti al proprio ricevitore da sembrare lui quello incaricato alla ricezione tanto che avrebbe meritato la pass interference offensiva.
Festa della difesa Seahawks
Però non mi limito a Sherman o alla Legion Of Boom, sarebbe un ingiustizia verso tutta la difesa che ieri ha giocato da manuale del football da insegnare dalla High School fino agli spogliatoi della NFL passando per i college di ogni stato americano. Earl Thomas e Kam Chancellor a sferrare colpi appena il ricevitore toccava la palla. Maxwell il CB che sostituisce Brandon Browner nella LOB, e con un ottimo intervento forzato il
fumble di Thomas. Per non parlare di Malcom Smith MVP dell'incontro, un intercetto con TD su ritorno, un fumble ricoperto e 9 tackles. Il suo MVP onestamente è un pò forzato a mio avviso, non che non avesse i numeri per vincerlo, ma lo vedo più come un tributo alla difesa dei Seahawks, più che al singolo. Altre volte con un difensore con statistiche simili e un QB con 2 TD pass al secondo anno tra i pro e al suo primo Super Bowl sarebbe andato senza dubbio a Russell Wilson. Ma ieri era veramente difficile dare un premio singolo ad uno spettacolo corale di questo tipo. Ad esempio Clemons con i suoi 2 fumble forzati e il sack a ricordare il lavoro incredibile della linea difensiva che ha ridicolizzato quella OL che a detta di tutti (anche da me) era un muro di cinta impenetrabile, fatto per proteggere il fragile fisicamente e forse non solo, Peyton Manning.
Vogliamo parlare di Coach Pete Carroll che non scrivo tutto maiuscolo, perchè sarebbe troppo evidente la
L'immancabile gavettone su coach Carroll
mia personale ammirazione per un uomo che intanto con il Super Bowl di ieri è diventato il 3° nella storia ad aver vinto sia il titolo nella NCAA che in NFL. Ma sopratutto è l'aver saputo costruire in questi anni partendo praticamente da zero un team fortissimo, il più forte di sicuro che Seattle abbia mai avuto e che sono certo farà ancora bene nei prossimi anni, perchè è fondato su giovani con fame di vittoria e dotati di un talento indiscutibile. Faccio pochi nomi, ma che rendono bene il suo straordinario lavoro. Marshawn Lynch preso dai Buffalo Bills che in quegli anni seguivo molto e avevano scelto di preferire alla "bestia" C.J. Spiller che nel 2010 avevano preso al primo giro di draft e tenersi Fred Jackson. Ecco forse con rispetto per Jackson, ma mettere Spiller a confronto di Lynch... non mi esprimo per non scrivere frasi offensive. Eppure Pete Carroll l'ha preso e ne ha fatto quello che tutti consideriamo uno dei migliori runnigback della lega.
Russell Wilson? Ne vogliamo parlare? L'anno scorso e chi mi segue lo sa, mi ero spesso speso per descrivere come il talento e la completezza di Wilson lo rendessero migliore dei due QB draftati nel 2012 ovvero Andrew Luck e Robert Griffin III, prima e seconda sceta assoluta in quell'anno. Russell fu preso al 3° giro, dopo i QB di Miami, Cleveland e il secondo di Denver...
Certo in quel caso per Carroll era ancora una scommessa, buona per spenderci un 3° giro, in fin dei conti aveva già a roster Matt Flynn che per molti era un ottimo QB oscurato da Aaron Rodgers.
Marshawn Lynch e Russell Wilson in un gesto d'intesa
Non scherziamo, in quella preseason che ho seguito molto bene, perchè c'era il mio idolo Terrell Owens che si giocava un posto nei 53 a roster, Carroll capì fin da subito che doveva puntare decisamente su quel ragazzo basso per la media, ma capace di lanciare bene, corre altretanto e sopratutto freddo e non incline all'errore. Infatti dalla prima di regular season del 2012 a ieri Wilson non ha più lasciato il posto da starter.
Ecco quella fu una grande preseason, fu il passaggio tra la cenerentola che nel 2010 aveva stupito per la vittoria a sorpresa contro i Saints al wild card game dopo un approdo fortunato alla postseason, e la squadra che in due stagioni ha saputo diventare la più forte della NFL senza e ripeto senza ombra di dubbio.
Ha battuto i Broncos fino a ieri i favoriti al Super Bowl e i 49ers nel Championship della NFC che a posteriori è stata la sfida tra le due più forti della lega. Si un pò di buon umore dovrebbero averlo anche i rivali di Seattle, perchè San Francisco sa di aver perso contro il team più forte e sopratutto di essere anche stati gli unici ad averli fatti soffire veramente.
L'ultimo nome che incarna lo spirito Seahawks è Malcom Smith, si MVP del Super Bowl, che udite udite è stato preso da Seattle al 7° giro del draft nel 2011 scelta numero 242! Tutti ci ricordiamo della magia di Sherman contro i 49ers, ma anche in quel caso a raccogliere la palla deviata da Richard c'era proprio lui Smith!
Ieri abbiamo rivisto finalmente anche Percy Harvin e il ragazzo pur non giocando da ormai quasi 2 stagioni in modo continuativo si è fatto vedere e come, con corse in end-around e il suo ritorno in Touchdown. Se
Il ritorno da 87 yards di Percy Harvin
recuperato, nella prossima stagione Wilson potrà contare su un arma in più, come se questi Seahawks ne avessero bisogno.
In fine un bravo, va anche alla OL di Seattle che ieri grazie anche alla differenza tra la difesa dei Broncos rispetto a quella dei 49ers ha saputo proteggere molto meglio il proprio QB, che è uscito dalla tasca molto meno rispetto al championship e non ha subito nessun sack.
Per finire il pacchetto ricevitori con Baldwin, Tate e Kearse che tutto sommato hanno svolto una ottima stagione. Con Russell a lanciarli e la loro giovane età non potranno fare altro che migliorarsi.
Ecco una squadra, un gruppo fatto con giovani ottimi e senza spendere per un monte stipendi da pazzi. Certo adesso arriveranno rinnovi profumati, è il normale corso delle cose, però c'è chi arriva a vincere senza far follie e poi magari adegua i contratti e chi di follie ne continua a fare con i suoi petrol-dollari e al Super Bowl non ci arriva, anzi nemmeno ai playoff... Qualsiasi riferimento ai Dallas Cowboys è puramente casuale.

Arriviamo ai Broncos, questa volta la frase onore agli sconfitti è un pò forzata. Sicuramente hanno fatto una stagione favolosa, statistiche e chi più ne ha ne metta, ma alla fine della fiera conta solo vincere quando in
La delusione di Peyton Manning mentre lascia il campo
palio c'è il Super Bowl il resto serve solo per arrivare a giocarsi il Lombardi Trophy.
5 MVP per la stagione e un solo Super Bowl nel 2006 devono far riflettere, sul fatto che Peyton Manning non sia lo stesso giocatore che gioca durante la stagione regolare. E' un dato di fatto ieri il primo intercetto è un passaggio clamorosamente sbagliato e lo stesso per altri lanci nel corso della gara. Si può dire che era sotto pressione, si ma se si parla del MVP del 2013 mi aspetto che giochi bene anche contro una difesa aggressiva. Mi dispiace per i suoi fans, ma la natura in quella casa ha dato il talento a Peyton e le palle a Eli Manning!
Per non parlare dei ricevitori che onestamente si sono fatti sovrastare dalle secondarie. L'unico a essersi comportato bene è stato Demaryius Thomas, anche con il fumble commesso è stato il solo ad aver ricevuto anche ad inizio partita. Welker ha fatto qualcosa, ma solo nel finale, questi non sono ricevitori fenomenali sono solo ricevitori legati a doppio filo alle prestazioni del QB. Insomma Marshall, Calvin Johnson, Andre Johnson sono altra cosa.
Tutta la foga agonistica della difesa Seahawks
La linea offensiva ha retto tutta la stagione e poi nel match clou parte con uno snap da comiche e prosegue costringendo Peyton addirittura a correre fuori dalla tasca. Non penso che altre franchigie non riescano almeno per alcune fasi della partita a giocare in questo modo contro Manning, è che l'approccio di altri era più a coprire il profondo che nell'aggredire alla fonte ed è stato dimostrato che è una strategia suicida.
Per i runningback c'è poco da dire, fin da subito John Fox con le sue chiamate a cercato di recuperare velocemente lo svantaggio, quando magari qualche corsa avrebbe impedito i turnovers sanguinosi per gli intercetti di Manning.
John Fox si complimenta con il collega Pete Carroll
La difesa di Denver, fino ad un certo punto si era ben comportata anche, perchè spesso i punti sono arrivati dagli special team o dalla difesa avversaria. Lynch è stato ben imbrigliato e questa forse è stata l'unica cosa riuscita allo staff dei Broncos, anche se sono curioso di sapere se Lynch non abbia avuto qualche problema fisico visto che nell'ultimo quarto è praticamente sempre stato in sideline.
Denver esce sconfitta sotto ogni aspetto, con la prospettiva di una diaspora generale, l'obbiettivo di vincere il Super Bowl con Manning è fallito clamorosamente per modi e proporzioni. Franchigia probabilmente da ricostruire nei suoi punti chiave, QB, RB e forse anche altri.
Quello che mi chiedo e non saprò mai è se i Broncos pensasero di aver già vinto senza nemmeno scendere in campo. Perchè una partenza sbagliata ci può stare, ma così mi è parso come una squadra senza quella adrenalina fondamentale per questi tipi di partite. Se sono entrati troppo convinti di vincere facile è difficile nel corso della gara ritrovarsi, sopratutto quando gli avversari non ti lasciano niente per farti credere alla rimonta.
Per i tifosi di Denver sarà un triste Super Bowl, di cui vorranno presto dimenticare i ricordi.


 - Link --->  Highlights del Match Seattle Vs Denver. 
 - Link --->  Highlights di Russell Wilson. 
 - Link --->  Highlights di Seahawks Defense.  
 - Link --->  Highlights di MVP Malcom Smith.
 - Link --->  Highlights di Peyton Manning.


_________________________________________________

---> Griglia Playoff NFL
---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________
By nfl.com



NFL Italia Blog fa i complimenti a tutti i Seattle Seahawks ed ai loro fans.
Augura una buona off-season a tutti i lettori, che mi hanno seguito e interagito con commenti, voti, link e quant'altro. Da parte mia spero di avervi regalato alcuni minuti di buona lettura dei miei articoli sulla National Football League.
Fabio Bembo Bertini.

martedì 28 gennaio 2014

Preview Super Bowl XLVIII - Analisi, pronostici e Orari in TV

Ci siamo, ormai manca veramente poco al Super Bowl XLVIII che si disputerà domenica al Metlife Stadium di New York. L'incognita meteo sembra essere scongiurata visto che per la serata si prevedono "solo" 3 gradi sotto lo zero, molto meglio rispetto ai meno 20 di questi giorni.

Seattle contro Denver, attacco contro difesa, il giovane contro il veterano, le corse contro i passaggi.
Molte sono le battaglie che nei 60 minuti del Super Bowl dovranno essere vinte per dominare la guerra.
Erano anni che alla finale della NFL non arrivavano le 2 migliori franchigie in assoluto, magari per nome la sfida tra 49ers e Patriots avrebbe acceso maggiore interesse mediatico, ma la sfida tra i Seahawks e i Broncos è senza dubbio la migliore possibile e quella più ricca di contrasti.
Detto questo prepararsi ad analizzare un match di questo tipo cercando di fare una previsione non sarà affatto facile, ma l'importante comunque sarà delineare i punti di forza (molti) e quelli deboli (pochi) dei due team.
Seattle si presenta con il suo punto di maggior forza nella difesa ed in particolare nelle secondarie ribattezzate ormai nel leggendario termine di Legion Of Boom che racchiude le 2 Safety Earl Thomas e Kam Chancellor e i cornerback Sherman e Browner. L’ultimo non sarà della sfida vista la sua squalifica scattata a metà dicembre per abuso di droghe. Ci penserà Sherman a far per due, visto la sua prova straordinaria con il mostruoso intervento che nel finale del championship ha consegnato l’accesso al Super Bowl ai suoi Seahawks. E’ vero che Richard con le dichiarazioni e l’atteggiamento non fa molto per farsi voler bene, però oggettivamente è un fenomeno nel suo ruolo e non sarà facile nemmeno per Peyton lanciare nelle zone dove Sherman sarà in copertura.
Non c’è solo il reparto dei defensive back a far paura è tutta la difesa hawks ad avere numeri incredibili infatti è la migliore per punti concessi, yards totali e yards su passaggio, leggermente inferiore a difendere contro le corse, ma si è attestata comunque al 7° posto su 32.
In attacco c’è l’unico reparto che non eccelle in questi Seahawks, ovvero la linea offensiva che spesso non riesce a proteggere nella tasca il suo quarterback. Non a caso anche nell’ultimo incontro contro i 49ers Wilson si è dovuto spesso muovere lateralmente per cercare quell’attimo di libertà che gli permettesse di lanciare. Per fortuna di Seattle, Russell è un QB molto mobile che non disdegna nemmeno quache corsa personale. Soprattutto Wilson ha mostrato una bravura nel non farsi intercettare nonostante la grande pressione che ha addosso, magari qualche drive si chiude anticipatamente con dei punt, ma difficilmente finisce per commettere errori che creano i turnover che spesso fanno la differenza tra una vittoria e una sconfitta.
Se la OL è il reparto peggiore, il pacchetto di receiver non è sicuramente fuori dal normale, ha dei buoni ricevitori come Doug Baldwin e Golden Tate, ma non sono certo paragonabili al pacchetto di WR su cui può contare Manning.
Senza dubbio l’arma più pericolosa in attacco è Marshawn Lynch, running back completo, capace di sfondare al centro come pochi e dotato comunque di un ottima agilità nel destreggiarsi negli spazi brevi soprattutto con movimenti laterali. Se le sue portate costanti e punitive per i difensori che lo provano a placcare è la sua capacità di guadagnare yards dopo il primo tackle a farlo distinguere dagli altri running back. Non a caso le sue cavalcate con grandi guadagni conquistate stendendo lungo la via ogni difensore provi a fermarlo gli hanno fatto meritare l’appellativo di Beast Mode, per il suo modo veramente bestiale di liberarsi di ogni avversari gli si pari di fronte.
La prima e più epica corsa in Beast Mode fu nel wild card game del gennaio 2011, quando contro i Saints scatenò la furia conquistando uno spettacolare TD su corsa da ben 67 yards, consegnando uno dei più grandi upset della storia dei playoff negli ultimi 10 anni.
Arriviamo al QB Russell Wilson, il giovane talento pupillo di coach Carroll, si trova al suo primo Super Bowl pur essendo al secondo anno tra i Pro. In molti nel draft 2012 guardavano ad Andrew Luck e Robert Griffin III come le due promesse della futura NFL, ma invece a due soli anni di distanza è Wilson a giocarsi e cercare di prendersi l’anello pur arrivando dal 3° giro in quel draft. Carroll vide bene in quella preseason quando da subito capi che Russell dovesse diventare lo starter dei Seahawks fin dall’inizio.
Wilson è il QB che oggi tutti vorrebbero in squadra, capace di guidare i compagni in rimonte finali, poco incline all’errore, non protagonista come altri, dotato di un buon braccio e capace di lanciare anche in movimento e molto bravo quando deve correre personalmente.

Denver oggi è legata a doppio filo al suo QB, solo Peyton Manning poteva trasformare questo buon team in una macchina perfetta, capace di frantumare quasi ogni record per punti, yards e TD lanciati.
In molti avevano dubbi quando fu acquistato come free agents, dopo essere stato tagliato dalla sua storica franchigia i Colts che avevano deciso di puntare sul nuovo QB Luck. Tra i critici vi ero anche io, perché la più grande incertezza non era nelle sue qualità tecniche, ma nel suo fisico sempre più provato dagli infortuni al collo che lo avevano fatto saltare l’ultima stagione con indianapolis. La bravura dello staff dei Broncos è stata nel costrure attorno al loro diamante fragile e prezioso una linea offensiva a prova di bomba che limitasse al minimo i sack o comunque i colpi verso manning. Si sa che la stagione NFL è molto dura e per un QB con certi problemi arrivare alla 19esima partita al top della forma è cosa quasi impossibile se non si dispone di una OL come quella di Denver.
Una volta protetto Peyton ecco che la necessità seguente era offrire un pacchetto di ricevitori in grado di finalizzare i passaggi di Manning. Anche in questo frangente il lavoro fatto è stato ottimo, visto che quest’anno ben 4 ricevitori Demaryius Thomas, Eric Decker, Wes Welker e Julius Thomas (TE) sono arrivati a più di 10 TD ricevuti a testa.
Per le corse, Denver può contare sull’affidabile Knowshon Moreno ottimo running back che può sicuramente giovare del fatto che le difese siano più concentrate sul gioco aereo che via terra, così che anche il running game di Denver risulta importante.
La difesa dei Broncos non è niente di eccezionale ad esclusione di qualche buon singolo come Von Miller, che però è fuori da metà stagione per infortunio, il defensive end Shaun Phillips un veterano della NFL ottimo in pass rush. Fin’ora però l’alto numero di punti messi a segno dall’attacco ha sempre mitigato il giudizio sulla difesa.

Adesso vediamo di prevedere cosa aspettarci dalla sfida di domenica al MetLife Stadium  di New York.
Entrambe le squadre non cambieranno modo di giocare per adattarsi agli avversari, quindi i Broncos di Manning affronteranno a viso aperto la secondaria famelica dei Seahawks e qui potrebbe succedere di tutto. Peyton cercherà di distribuire bene i suoi passaggi in modo da non far focalizzare troppo su un solo obbiettivo i defensive back avversari. In più cercheranno di alternare le corse, in caso queste trovassero un discreto guadagno.
La difesa di Seattle non farà l’errore di allentare di proposito contro le run per invogliare a giochi più conservativi i Broncos, ma vorrà affrontare i passaggi anche sul profondo di Manning, perché in caso gli intercetti dovessero essero due o più allora anche un punteggio alto potrebbe essere compensato dai turnovers.
All’inizio soprattutto la OL di Denver non avrà particolari problemi a contenere i blitz, ma con l’avanzare della sfida forse qualche varco lo potrebbe lasciare, ecco che a quel punto i Broncos dovrebbero cercare di trovarsi già in vantaggio sul tabellone per andare maggiormente via terra con Moreno.
L’attacco dei Seahawks cambierà poco rispetto alla sfida contro i 49ers, però se la linea di Seattle dovesse riuscire a tenere maggiormente protetto Wilson, per il giovane QB ci potrebbe essere un maggior numero di lanci soprattutto se si trovassero a recuperare già dall’inizio. Pete Carroll conosce benissimo Lynch e quindi continuerà fino alla fine a correre in attesa del probabile big play. L’importante per Seattle rimane il costruire drive lunghi che portino almeno fino al field goal. Drive corti sarebbero una condanna visto che rimanderebbero in campo Manning contro una difesa sempre meno riposata.
Veniamo al dunque, ovvero chi potrebbe alzare il Lombardi Trophy domenica a New York e perché?
Denver potrebbe vincere per numerosi fattori. Esperienza del l’uomo simbolo Manning a differenza del giovane Wilson e di tutti i Seahawks in genere. L’abilità dei Broncos di effettuare drive lunghi per far correre il cronometro, oppure drive brevissimi in caso sia necessario un recupero finale. Una maggiore qualità a livello generale, visto che non hanno reparti veramente deboli, mentre Seattle soffre con la OL e non dispone di un vasto parco di ricevitori.
D’altro canto anche i ragazzi di Pete Carroll possono spuntarla, ma certamente dovranno sperare in qualche sorpresa e nella loro difesa che dovrà trasformare la forza di Manning in un arma a doppio taglio andando ad intercettare alcuni dei suoi lanci e ancora meglio riuscendo a penetrare la linea offensiva alla ricerca di Sack che potrebbero far riemergere i problemi al collo di Peyton. Lynch è in genere una sicurezza, mentre Wilson si troverà di fronte a qualcosa di inimmaginabile fino a pochi mesi fa. Adesso affrontare il Super Bowl sarà un esame grandissimo per lui, vedremo se uscirà ancora freddo e lucido, oppure emergeranno i suoi limiti che onestamente fino ad ora non si sono visti nei momenti topici.

La storia delle due franchigie è molto diversa con Seattle alla sua seconda apparizione al Super Bowl, la prima fu nella sconfitta contro Pittsburgh nella stagione 2005.
Per Denver il palmares è assolutamente migliore grazie alle 2 consecutive vittorie nell'epoca di John Elway, stagioni 1997 e 1998. Vero è che fino a quel momento i Broncos non avevano mai avuto fortuna nel Super Bowl visto che nelle precedenti 4 finali disputate erano sembre usciti sconfitti, quindi vedremo se oggi Peyton Manning sarà il secondo QB, dopo Elway, a portare il Lombardy Trophy a Denver.


Pronosticare un verdetto su questo Super Bowl è veramente difficile, perchè entrambe le franchigie hanno le possibilità di battere l'avversario in quanto hanno due modi totalmente differenti di giocare e in un certo modo contrapposti. Sarà quindi da vedere quale tipo football risulterà vincente. Perciò darò solo delle percentuali di vittoria e non un vincitore unico.

(Pronostico NFL Italia Blog: Denver Broncos 65% - Seattle Seahawks 35%)




 _________________________________________________

---> Griglia Playoff NFL
---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________
 By nfl.com




- Seattle Seahawks (13-3) NFC West Vs Denver Broncos (13-3) AFC West
MetLife Stadium - Domenica 2 Febbraio - ore 6:30 PM E.T. (00:30 in Italia)


- PROGRAMMAZIONE SU FOX SPORT 2 - Canale 213 di SKY. (commento in lingua originale)
(Orari Italiani)

Domenica  2 Febbraio: Ore 19:00 -Road to Super Bowl

Domenica  2 Febbraio: Ore 20:00 -Preview Super Bowl XLVIII

Domenica Notte 2 Febbraio: Ore 00:30 - Seattle Vs Denver



- PROGRAMMAZIONE SU ITALIA 1 - Digitale Terrestre. (commento in Italiano).
(Orari Italiani)


Domenica Notte 2 Febbraio: Ore 00:30 - Seattle Vs Denver

lunedì 20 gennaio 2014

NFL Playoff 2013 - Conference Championship - Risultati e Commenti

- National Football Conference Championship:

- San Francisco 49ers 17 at Seattle Seahawks 23

Partita dalle mille emozioni e questa volta non è solo un modo di dire. Abbiamo visto un vero spettacolo con due team fortissimi ed entrambi avrebbero meritato di vincere, alcuni episodi e qualche errore in meno hanno premiato i Seahawks, però ai 49ers va il merito di aver disputato una partita perfetta o quasi in difesa, mentre in attacco solo le corse di Kaepernick hanno funzionato e solo nel primo tempo.
Kaepernick durante una delle sue devastanti corse
Il QB di San Francisco come è ovvio dopo una sconfitta è finito subito sul banco degli imputati, con i suoi 2 intercetti e il fumble, dalla sua parte ci sono le 130 yards guadagnate personalmente correndo, ma la quasi totalità è arrivata nei primi due periodi. Nel secondo tempo una differente impostazione della difesa di Seattle, che ha mandato meno blitz nella tasca da non indurre il QB avversario a spingersi in avanti trovando un vuoto nella zona dei Linebacker e chiamate dalla sideline verso giochi più conservativi nel terzo quarto e lanci nell'ultimo quando si doveva
recuperare hanno fatto si che uscissero le naturali lacune di Colin. Il quale non è certo un fenomeno se deve fare il quarterback "normale". In più va considerato che anche un fenomeno come Boldin contro la migliore secondaria della NFL ha sofferto più del dovuto.
Nonostante tutto, il drive per vincere i 49ers l' hanno avuto e diciamolo chiaramente con 3 minuti e mezzo e tutti i timeout a disposizione se vuoi arrivare al Super Bowl devi riuscire a ribaltare il risultato. C'è da dire che assolutamente non capisco la scelta di Jim Harbaugh nell'ostinarsi a non chiamare i timeout e quindi a giocare velocemente i propri play. Vero che in questo modo non si da tempo alla difesa di organizzare le giuste
I due Head Coach Jim Harbaugh e Pete Carroll
contromisure per un "attacco da 2 minuti" ma doveva considerare che Kaepernick arrivava da due precedenti drive in cui aveva subito un fumble e poi un intercetto quindi non sicuramente al meglio della fiducia. Anche se avessero lasciato un minuto sul cronometro per un eventuale drive di risposta dei Seahawks Wilson non è certo Peyton Manning capace di farsi 50 60 yards in un paio di lanci.
Nonostante questa errata gestione del drive finale il match i 49ers lo hanno perso nel 3° quarto quando hanno iniziato a calcolare, cercando di non prendere rischi e correndo con Gore però era evidente l'inefficacia delle corse del RB contro il muro che Seattle ha saputo erigere per tutti i 60 minuti. Ecco che si doveva continuare a mandare in avanti Kaep. Non si è fatto ciò e quando si sono trovati sotto con il punteggio allora era inevitabile un gioco basato principalmente sui pass. La palla in area era quello che Pete Carroll sognava consapevole che la sua secondaria, la ormai leggendaria Legion of Boom, avrebbe avuto la meglio sull'attacco dei 49ers.
Mi dispiace o meglio non proprio per lo spavaldo Jim Harbaugh che alla fine con una partita iniziata benissimo per loro siano andati incontro alla sconfitta finendo per fare il gioco che Seattle sognava.
Le uniche attenuanti per i 49ers sono stati gli infortuni sopratutto quello a Iupati che ha incrinato la loro l'impenetrabile offensive line. Però se Wilson con una linea costantemente surclassata è riuscito non dico a far bene, ma almeno a non sbagliare allora anche le attenuanti degli infortuni si vanno a far benedire.
Marshawn Lynch in Beast Mode
Insomma eccezzion fatta per il fumble iniziale poi Wilson ha sparacchiato corso a destra e sinistra alla disperata ricerca di un obbiettivo, ma comunque non ha concesso turnovers su intercetti, cosa che alla fine ha fatto tutta la differenza del mondo. In più nota di merito di Carroll l'aver continuato su Lynch in quanto consapevole che il lavoro improduttivo per le yards nel primo tempo avrebbe dato i suoi frutti una volta che la difesa dei califoniani avesse abbassato il ritmo.
Ecco che Lynch ancora una volta dimostra tutta la sua Bestia e le statistiche a poco dalla fine citavano ben 77 yards guadagnate dopo il primo placcaggio delle 100 circa corse. Ovvero quello che per altri sarebbe un guadagno di un paio di yards diventa da 5/6 quello maggiore diventa una chiusura del down, quella che era una partita storta diventa una vittoria anche per merito del Beast Mode.
La Magia di Richard Sherman
Spendo le ultime parole di commento sulle due difese, mostruose di entramebe le franchigie, che se si potessero mettere insieme i LB di San Francisco e le secondarie di Seattle per la linea vanno bene entrambe diverrebbe inutile o quasi avere un attacco.
Richard Sherman a statistiche ha solo 2 tackle di cui entrambi insieme ad un altro compagno e poi nient'altro, ma anche se il football è uno sport dove le stat contano in questo caso non si può mettere a numeri le sue coperture i lanci di Kaep verso altri bersagli perchè lui era nei paraggi del ricevitore e sopratutto la magia finale, quando ha toccato quella palla, in quel modo, l'unico che avrebbe potuto fare una giocata del genere in questo momento è lui. Spettacolare. 

Finita la mia personale analisi vi lascio con una più obbiettiva ricostruzione della partita.
L'inizio vede come intuibile uno scontro tra due grandissime difese, ma Kaepernick con le sue corse sembra l'unico a poter scardinare l'equilibrio dell'incontro. Soprattutto quando riesce a guadagnare ben 58 yards arrivando a pochi passi dalla endzone. Il seguente Touchdown di Dixon sembra indirizzare già la sfida verso la california, sopratutto perchè Wilson stava soffrendo oltre modo l'aggressività della difesa di San Francisco e anche con Lynch non andava meglio. Il primo segnale di speranza arriva nel secondo quarto quando
Il grande Bowman su Russell Wilson
Wilson come di consueto costretto a uscire dalla tasca per non subire l'ennesimo sack riesce dopo ben 9 secondi a liberarsi della palla e lanciare sul profondo per la ricezione di Baldwin che con le 51 yards guadagnate smuove finalmente l'attacco, anche se il drive finisce con soli 3 punti del field goal.
Si va all'intervallo sul 10-3 per i 49ers, e per quanto visto il risultato sembra anche troppo stretto.
Finalmente per Seattle si mette in moto Marshawn Lynch che dopo aver lavorato ai fianchi la difesa sferra il colpo con una corsa da 40 yards in vero Beast Mode che lo porta al touchdown del pareggio.
San Francisco pero' non sembra disunirsi, e Kaepernick trova un drive eccellente che sembra consentire il gioco aereo senza mettere a rischio il QB con le corse. La ricezione in endzone di Boldin su un lancio in salto di Colin a qualche fans dei 49ers ricorda la giocata epica "the catch". A differenza del TD storico di Montana quello di Kaep non è ancora decisivo, pero' aver subito riportato a sette lunghezze il divario fa ben sperare.
Il ritorno del conseguente kick è riportato alla grande da Baldwin fin sulle 33 avversarie, ma i falchi di mare si devono accontentare di un field goal di Hauschka.
L'inerzia dell'incontro però sembra cambiare e l'attacco dei Californiani non sembra più quello del primo tempo, sopratutto perchè Colin non prova a correre come ad inizio gara. Per Seattle la linea offensiva ancora in difficoltà costringe Wilson agli straordinari, ma con il supporto delle corse di Lynch e passaggi completi nei momenti chiave ecco che arriva con la ricezione di Kearse arriva il sorpasso e per la prima volta i Seahawks si trovano a guidare il punteggio sul 20 a 17.
Tutto sembra andare storto per San Francisco quando Kaep commette un fumble e questa volta viene ricoperto da Seattle. Destino vuole che gli Hawks commettano due fumble, di cui il primo non visto dagli arbitri, e consentano a San Francisco di riprendere il possesso senza danni. Purtroppo per loro la sfortuna mette fuori Bowman che subisce un grave infortunio e come nel primo tempo a Iupati anche lui è costretto a lasciare la partita. I 49ers sembrano non più capaci di correre con Colin e si affidano ai lanci pero' arriva l'intercetto che riconsegna la palla nuovamente agli avversari, ancora in posizione ottima per chiudere
La festa per NFC Championship dei Seahawks
definitivamente l'incontro. Seattle sembra non voler porre fine al match e con l'ennesimo field goal è costretta a difendere il 23-17 con 3 minuti alla fine dall'attacco finale di San Francisco. Il tempo per la rimonta c'è tutto in più la squadra di Harbaugh dispone ancora di 3 timeout, ma il coach non li usa cercando di
svantaggiare la difesa in questo modo costretta a non poter cercare contromisure vista la serie veloce di azioni. La scelta sembra premiare i califoniani tanto che a 30 secondi dal termine sono ad un passo dalla endzone. Lancio di Kaepernick verso l'esterno dove Crabtree è pronto a ricevere il pallone vincente ma ecco che il suo marcatore il cornerback Sherman tocca la palla in modo vellutato da consentire all'ovale di restare all'interno dell'area di meta pronta per essere ricevuta dal suo compagno il difensore Smith che intercetta e compie la giocata più importante della sua carriera chiudendo definitivamente le speranze di San Francisco e regalando così l'accesso al Super Bowl per Seattle.


- Link --->  Highlights del Match San Francisco at Seattle 



 - American Football Conference Championship:

-New England Patriots 16 at Denver Broncos 26

Sfida che prometteva spettacolo con i due QB più forti degli ultimi 15 anni di nuovo di fronte, eppure non si sono vissute quelle emozioni che ci saremmo attesi.
L'inizio è marcatamente dei Broncos che alla fine del primo tempo per il gioco prodotto e il tempo di possesso avuto il risultato di 13 a 3 va decisamente stretto. La trama dell'incontro è sempre stata tra una linea offensiva di Denver praticamente impenetrabile per la modesta difesa dei Patriots e un Manning che in condizioni di assoluta tranquillità diventa letale con i suoi passaggi. Fino alla vigilia avevo lodato coach Belichick per il suo capolavoro fatto in questa stagione, traformando una franchigia fortemente orientata sul gioco aereo trasformata in una ottima corazzata sulle corse, con il trio Ridley, Vereen e LeGarrette Blount.
La festa in casa Broncos per AFC Championship
Ieri però tutto questo gioco di corse non si è visto per niente, sicuramente lo svantaggio iniziale ha inciso, ma un cambio così nel play calling non me lo aspettavo. Belichick non è sicuramente diventato un incompetente in un giorno o avrà avuto i suoi buoni motivi, però francamente non vedo come ieri potesse in qualche modo vincere la partita. Senza un turnover o almeno aiuti dallo special team è parso subito che l'impresa per i
Patriots più che ardua era impossibile. Se si guarda il risultato non sembra una schiacciante vittoria dei Broncos, ma sul campo ogni drive di Denver era eterno, non c'è mai stata l'impressione che New England avesse trovato una benchè minima contromisura. Penso che se si fosse reso necessario i drive che sono finiti con un field goal sarebbero finiti con 7 punti rischiando un poco di più.
Ovviamente con la partita in mano tutto si poteva fare fuorchè riaccendere la sfida regalando qualche intercetto e qui Manning è stato bravo da contenersi quando doveva. Brady mi è sembrato molto abbattuto fin dai primi drive, sicuramente era ben consapevole che solo un miracolo li avrebbe portati sul solito livello dei Broncos. Tom ha lanciato molto e in alcuni casi tentando il profondo per tentare l'impossibile, la sua schiera di ricevitori ben al di sotto degli avversari ha fatto il suo ma non è bastato.
Tutta la delusione sul volto di Tom Brady
Purtroppo per i fans, i Patriots sono una franchigia che ormai grazie a quanto fatto nell'era Brady-Belichick non si accontenta di essere arrivati fin dove era possibile e per questo il senso di delusione è palpabile. Erano al terzo Championship di fila, ma francamente più di questo non potevano raggiungere.
Denver arriva finalmente dopo il passo falso dello scorso anno al Super Bowl, Manning era stato preso per questo e consapevoli che il tempo per arrivare all'obbiettivo non sarebbe stato più di 3/4 anni. Adesso ci sono e quello che mi incuriosisce sarà vedere se l'idea che abbiano in questi playoff giocato con il freno a mano tirato era giusta. La loro forza in attacco e sui passaggi in particolare è impressionante così da
attendere quasi il 2 febbraio da inizio stagione. Ora ci sono Manning anche se subisce qualche colpo non deve più preservarsi per la stagione, i playoff e il Super Bowl ora fuori tutta l'artiglieria, e secondo me hanno ancora delle scorte.
Peyton Manning in uno dei suoi Audible
Mi dilungo e faccio i complimenti a Peyton Manning, anch'io ero uno di quelli che su di lui ha sempre un po' storto il naso per il fatto di aver vinto un "solo" Super Bowl nonostante la sua classe immensa, e adesso che per la terza volta in carriera arriva al Super Bowl devo ancor di più dire bravo, perchè qui a Denver ancor di più che a Indianapolis dal suo arrivo non esisteva altro obbiettivo che conquistare il Vince Lombardi Trophy. Andesso manca l'ultima fatica, sicuramente la più grande, ma aver avuto la costanza di non abbassare la guardia e arrivare senza rischi a giocarsi la finale è un merito veramente grande.

- Link --->  Highlights del Match New England at Denver

mercoledì 15 gennaio 2014

NFL Playoff 2013 - Conference Championship - Pronostici e Orari Partite in TV

- La corsa al SuperBowl XLVIII continua !!!


- American Football Conference Championship:

- #2 New England Patriots (12-4) AFC East at #1 Denver Broncos (13-3) AFC West
Sports Authority Field at Mile High - Domenica 19 Gennaio ore 3:00 E.T. (21:00 in Italia)

Sfida dal grande fascino per vari motivi quella per il Championship della AFC. Sarà lo scontro finale tra Brady e Peyton Manning, forse per i due campioni di questi ultimi 15 anni non ci sarà più una sfida tra loro così importante e perciò anche in futuro quando si faranno paragoni tra questi due fenomeni si ricorderà sicuramente la partita di domenica prossima.
Tom è ancora uno dei migliori QB sulla piazza, ma in questa stagione ha faticato molto a fare i suoi consueti grandi numeri a causa di un parco ricevitori mai così scarso. Eppure sono arrivati fin qui ed ecco che allora il merito di Bill Belichick di aver trasformato una franchigia sempre improntata sul passing game trasformata in meno di 2 mesi in una squadra con prevalenza del running game. Ovviamente anche se Vereen, Ridley e LeGarrette Blount sono validissimi RB, le difese avversarie non possono mai abbassare la guardi contro il gioco aereo anche perchè Brady ha tutta l'esperienza e la bravura per punire sul profondo se gli viene data la possibilità. Rispetto all'anno scorso mancano i 2 TE Gronkowski e Hernandez, e ora i principali target sono Edelman e Amendola, con il primo che si è ben comportato raggiungendo le 1000 yards su ricezione, mentre il secondo è la vera delusione fin'ora in quanto non ha mantenuto le attese che staff e tifosi avevano riposto in lui.
La difesa di New England seppur non eccelsa, non è male per punti concessi, quindi alla fine il suo lavoro lo riesce a fare. I giocatori chiave sono Dont'a Hightower  OLB alla seconda stagione, ma già un punto fermo come il coetaneo DE Chandler Jones leader per i Patriots per numero di sacks. A cercare l'intecetto su Manning invece ci proverà il Cornerback Aqib Talib.
Eccoci a cercare di analizzare la corazzata Broncos, sulla carta il loro attacco è inarrestabile, in quanto dispone non solo di Peyton Manning, ma ha ricevere i suoi lanci una schiera di ricevitori niente male ovvero Demaryius Thomas, Eric Decker, Wes Welker  e Julius Thomas. Tutti e quattro hanno realizzato almeno 10 TD segno di quanta varietà di opzioni disponga Manning quando deve lanciare e quale sia la difficoltà della secondarie di poter raddoppiare così tanti pericoli.
Se il gioco aereo di Denver fa paura, il running game resta comunque una valida alternativa in quanto il runningback Knowshon Moreno agevolato da difese concentrate sul profondo, ha corso circa 1000 yards e realizzato 10 TD in stagione. Come alternativa sulle corse da non sottovalutare il promettente Montee Ball, anche se il rookie non so se verrà schierato spesso in un incontro così importante.
Lo strapotere che dispone in attacco la squadra del Colorado non è lo stesso in difesa, forse unico punto debole dei Broncos. In più non dispone del migliore in squadra ovvero Von Miller, per fortuna rimane l'OLB Danny Trevathan alla seconda stagione, per provare a mettere le mani su Brady si affideranno ai Sacks di Shaun Phillips.
Il pronostico vedrebbe una oggettiva supremazia dei Broncos, più completi in ogni reparto rispetto ai Patriots in più avranno anche l'aiuto del pubblico. Se Manning dovesse lanciare perfettamente come di suo solito per New England le speranze di tenere testa nel punteggio sarebbero ridotte all'osso. Resta solo l'incognita che Peyton sbagli nei match che contano, mente dall'altra parte l'accoppiata Brady Belichick sembra essere fatta per vincere queste partite. Vedremo, di sicuro un gran spettacolo.
(Pronostico NFL Italia Blog: Broncos +3)


- National Football Conference Championship:

- #5 San Francisco 49ers  (12-4) NFC West at #1 Seattle Seahawks (13-3) NFC West
CenturyLink Field - Domenica 19 Gennaio ore 6:30 E.T. (00:30 in Italia)

La rivalità più accesa e tencnicamente bella della NFL in questi ultimi 2 anni. Sono franchigie che si conoscono benissimo visto che tra loro giocano 2 partite l'anno sempre per il fatto di essere nella NFC West. Gli ultimi precedenti giocati a Seattle sono state vere e proprie mattanze con i Seahawks a dominare in attacco e difesa, adesso però bisognerà vedere se questa differenza ci sarà anche in un match così importante. Seattle è un ottima squadra che in 2 anni è diventata una delle migliori se non la migliore della lega, dispone di un RB come Lynch che è l'incubo delle difese e dei difensori avversari per la sua dote di sfondare ogni placaggio visto che difficilmente lo si riesce a fermare al primo tackle. E' quello che viene definito un RB punitivo, capace di caricare a testa bassa, ma anche dotato di una agilità pazzesca in
proporzione alla sua mole. Il soprannome della sua corsa in Beast Mode la dice lunga, di fronte però avrà i migliori LB che la NFL possa avere in un unico team, quindi sarà necessari anche l'aiuto di Russell Wilson che alternando con i suoi lanci le corse di Lynch allora potranno scalfire i 49ers.
Proprio Wilson è il punto di domanda maggiore per i Seahawks, in quanto seppur un ottimo QB capace anche di correre benissimo, ha un reparto di receiver non di prim'ordine cosa che in più di un match lo ha reso inefficace. La bravura però di Russell è sempre stata anche il suo sangue freddo e raramente va a forzare i passaggi, quindi se proprio non riesce a trovare i ricevitori giusti, non si lascia cadere in errore. La difesa di Seattle insieme a quella dei 49ers è di gran lunga la migliore, i suoi punti di forza sono senza dubbio la secondaria capace di trasformare da difensiva a offensiva l'azione con intercetti o fumble ricoperti. Unica pecca è che alcune volte per cercare il big play finiscono per lasciare aperte le porte della endzone e domenica queste distrazioni non saranno ammesse si dovrà badare al sodo.
San Francisco arriva al Championship dopo aver superato due turni andando a vincere sempre in trasferta, prima a Green Bay e poi a Carolina questo fatto sicuramente da una fiducia maggiore nell'affrontare i Seahawks fuori casa.
Certamente Kaepernick sarà l'ago della bilancia per il risultato finale, infatti se saprà lanciare non molto, ma bene a Boldin e Crabtree allora costringerà la difesa ad allungarsi lasciandogli la possibilità di correre personalmente e come sappiamo bene le sue rush possono far molto male sopratutto nelle ultime 20 yards dove sui passaggi sembra un pò soffrire.
In tutto questo non va dimenticato, come spesso capita di sottovalutare Frank Gore il runningback di San Francisco oscurato da Kaep resta comunque un ottimo giocatore capace di guadagnare yards importanti e poco a poco costruire numeri di tutto rispetto.
La difesa Californiana è la migliore della NFL per quanto riguarda la difesa contro le corse, qualità preziosissima domenica quando di fronte avranno Marshawn Lynch, ma i LB NaVorro Bowman e Patrick Willis sono pronti a creare un muro anti beast mode.
I coach delle 2 squadre sono sicuramente dei vincenti, e hanno un gruppo che suda e si batta per loro, Pete Carroll, sicuramente il più simpatico, è bravo a mescolare bene passaggi e corse nei suoi playbook, magari alcune volte un pò prevedibile nelle scelte sul primo down. Jim Harbaugh invece è un coach più irriverente in sideline, spesso si affida a Kaepernick anche se ben sa il valore di Boldin in queste sfide. Probabilmente in caso di svantaggio lo vedremo più volte andare per conversioni da 2 e giocarsi i 4°down alla mano.
Se vi piacciono le difese, registratevi la partita e riguardatela durante la offseason, sarà una bellissima raccolta di azioni difensive d'altri tempi.
(Pronostico NFL Italia Blog: Seahawks +1)



 _________________________________________________

---> Griglia Playoff NFL
---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________
 By nfl.com



- PROGRAMMAZIONE SU FOX SPORT 2 - Canale 213 di SKY. (commento in lingua originale)
(Orari Italiani)



Domenica 19 Gennaio: Ore 21:00 - New England at Denver

Domenica Notte 19 Gennaio: Ore 00:30 - San Francisco at Seattle



- PROGRAMMAZIONE SU ITALIA 2 - Canale 35 Digitale Terrestre. (commento in Italiano).
(Orari Italiani)


Domenica 19 Gennaio: Ore 21:00 - New England at Denver

Domenica 19 Gennaio: Ore 00:30 - San Francisco at Seattle
(in diretta anche su italia 1!)

lunedì 13 gennaio 2014

NFL Playoff 2013 - Divisional Playoff - Risultati e Commenti

- La corsa al SuperBowl XLVIII continua !!!

- Indianapolis Colts 22 at New England Patriots 43
I Patriots sono nuovamente alla finale di conference della AFC, dominando il match contro i Colts, eppure Tom Brady ha un bello zero tra le statistiche dei TD. Un dato assolutamente inusuale e questo deve far
capire quanto in questa stagione Coach Belichick abbia fatto per rimanere una franchigia vincente ribaltando completamente il game plan. Ieri è stata l'apoteosi del running game dei "nuovi" Patriots con ben 6 TD su corsa, con un trio ben ruotato tra Vereen, Ridley e LeGarrette Blount. Il primo utilizzato meno, e sopratutto per far rifiatare gli altri 2 RB, ma con la caratteristica di ricevere molto bene e quindi utilizzabile per gli screen pass. Ridley era partito come il titolare ma poi Blount lo ha superato nelle preferenze di Belichick, ma comunque ottimo e sicuro nel portare l'ovale. Poi LeGarrette Blount snobbato al suo ingresso nella NFL per quel pungno in epoca del college quando giocava con Oregon ad un giocatore di Boise State. E ora alla quarta stagione tra i pro eccolo diventare con 4 TD ieri l'uomo chiave per la vittoria dei Patriots e la stella nel nuovo attacco di New England.
Indianapolis anche quest'anno si dimostra immatura per la postseason e se contro i Chiefs sono riusciti a vincere con una grande rimonta, ieri hanno di nuovo steccato all'inizio dell'incontro e questa volta Andrew Luck è caduto in numerosi errori, non a caso sono 4 gli intercetti lanciati. Vero è che i Colts non sono riusciti a trovare in Richardson quel runningback che avrebbe dovuto togliere un po di lavoro a Andrew Luck dando ad Indianapolis un running game credibile.

- Link --->  Highlights del Match Indianapolis at New England


- New Orleans Saints 15 at Seattle Seahawks 23
Inizialmente sembrava una partita sulla falsa riga del match giocato in stagione regolare, invece non c'è stata la schiacciante vittoria dei Seahawks. Meglio dire che Seattle ha giocato meglio in attacco, ma grazie al solo Marshawn Lynch in versione Beast Mode ufficiale. La sfida ha visto un assenza importante come rendimento ovvero quella di Russell Wilson alla sua prima vera giornata storta in una gara importante. Ieri il QB di
Seattle non è mai riuscito a trovare con continuità i passaggi, tanto da arrivare al terzo periodo con zero completi. L'onside kick finale di New Orleans ha tenuto aperto fino all'ultimo la sfida, ma la difesa Hawks è comunque riuscita a difendere bene alla fine.
New Orleans ha disputato una gara onesta con una buona prova sulle corse e anche in difesa contro Wilson, non si può dire lo stesso quando si è trattato di provare a fermare Lynch ieri innarrestabile al primo tackle.
Per il Championship ci sarà ancora il vantaggio di giocare in casa e a Seattle il 12esimo uomo si fa sempre sentire, però con i 49ers una sfida cosi indirizzata all'inizio deve essere chiusa altrimenti Kaepernick e compagni non perdoneranno e in particolare Wilson dovrà tornare a fare la differenza, non sempre Lynch può portare tutta la squadra sulle spalle.
La difesa di Seattle è sempre fenomenale, ma adesso sono i playoff, partite da dentro o fuori e qualche volta si dovrebbe badare al sodo e non pensare sempre al big play. Ad esempio ieri un quasi intercetto con 2 difensori sulla palla si è trasformato in un passaggio completo da 50 e più yards perchè invece di deviare la palla e accontentarsi hanno provato a trivare il turnover finendo per regalere la ricezione a  Meachem. In più per San Francisco ci sarà un certo Boldin.

- Link --->  Highlights del Match New Orleans at Seattle 


- San Francisco 49ers 23 at Carolina Panthers 10
Partita attesissima tra i fans e i critici dei due QB, alla fine è la squadra di kaepernick ad uscire vincitrice, demolendo i Panthers di un Cam Newton non così Superman.
La differenza tra i 49ers e Panthers c'era, ma per il primo tempo l'incontro sembrava molto in equilibrio poi il TD di Vernon Davis rivisto grazie al challenge ha fatto svoltare verso la california la sfida.
La difesa di San Francisco ha mostrato tutta la sua forza dando vita ad una vera caccia all'uomo verso Newton che spesso si è trovato con più di un defensive man a placcarlo.
La difesa di Carolina ha si limitato le corse di Kaep, ma le opzioni d'attacco dei 49ers sono varie e tra Gore e Boldin alla fine i Panthers sono finiti per capitolare anche nel reparto difensivo.
Adesso San Francisco per il terzo anno di fila arrivano al championship, due anni fa uscirono contro i Giants futuri vincitori del Super Bowl, mentre l'anno passato battendo i Falcons arrivarono al grande ballo ma furono sconfitti dai Ravens. Ora per Jim Harbaugh l'unico risultato accettabile è la vittoria il 2 febbraio, per il Coach dei 49ers il lavoro fatto in queste tre stagioni è eccezionale, ma ora è il momento di vincere per non essere bollato come un perdente nel momento decisivo. La sfida contro i Seahawks sarà una battaglia epica tra 2 rivali divisionali e sopratutto entrambe sono da inizio anno le candidate principali al Super Bowl.

- Link --->  Highlights del Match San Francisco at Carolina


- San Diego Chargers 17 at Denver Broncos 24
La partita dal finale più scontato, non ha fatto sorprese, anche se dal punteggio si potrebbe pensare ad un incontro più tirato, ma ad inizio dell'ultimo quarto i Broncos erano sul 17-0. Comunque i Chargers seppur ai playoff quasi per caso e clamorosamente arrivati al divisional si sono comportati egregiamente.
Dall'altra parte la solita o quasi Denver che vive sui passaggi di Manning anche se ultimamente non è più il fenomeno inarrestabile di inizio anno, però l'obbiettivo del championship è centrato adesso si pensa ai Patriots.
Buonissima sopratutto in pass rush la difesa Broncos che ha trovato 4 sack ai danni del povero Rivers.
Il running game di Denver quando chiamato in causa si è ben comportato con il solito Moreno e il giovane Ball che piano piano sta crescendo anche in NFL.
La stagione per Denver è stata così bella che ogni risultato diverso dal raggiungere il Super Bowl equivarrà ad un mezzo fallimento. Ora il prossimo match contro Tom Brady sarà illustrato come lo scontro tra due grandissimi QB che in questi ultimi 15 anni hanno dominato le statistiche per TD Pass.

- Link --->  Highlights del Match San Diego at Denver 




Volevo scrivere qualche riga di commento generale, innanzitutto mi scuso per non aver approfondito al meglio questa giornata di playoff, per i vari impegni che ho avuto in questo fine settimana ed oggi.
Comunque tornando ai verdetti, quest'anno come non mai si può dire che le 4 franchigie rimaste siano le migliori dell'intera stagione e chi per un motivo chi per un altro meriterebbero tutte il successo finale.
Possiamo solo gustarci questi anticipi di Super Bowl e poi quello vero a febbraio con la consapevolezza che le ultime 3 partite che rimangono prima della lunga e quasi infinita offseason saranno lo spettacolo più puro che si possa avere. Broncos Vs Patriots e Seahawks Vs 49ers saranno una goduria per gli appassionati.

 _________________________________________________

---> Griglia Playoff NFL
---> Classifica NFL, Division per Division su NFL.com
---> Box Score & Highlights su NFL.com
_________________________________________________
 By nfl.com



...Il Prossimo Turno:*

AFC Conference Championship:

- #2 New England Patriots (12-4) AFC East at #1 Denver Broncos (13-3) AFC West
(19 Gennaio)


NFC Conference Championship:

- #5 San Francisco 49ers (12-4) NFC West at #1 Seattle Seahawks (13-3) NFC West
(19 Gennaio)

*Il quadro completo con pronostici e orari in TV nei prossimi giorni.